mercoledì 8 giugno 2011

PRECARI DI TESTA

Una disamina sul rapporto del Censis che ha scandagliato le abitudini degli italiani l'ha già fatta Will sul suo blog ma anch'io sono rimasto molto incuriosito dai risultati, che definirei alquanto ottimistici.

Riassumo in breve:
l'85% degli italiani ritiene di essere l'arbitro unico dei propri comportamenti.

Ora resta da capire come mai i tribunali sono costantemente sommersi di cause, civili e penali visto che ognuno ritiene di essere giudice di se stesso.
Mi ricorda qualcuno. Qualcuno molto in alto ma molto basso, in tutti i sensi.

O forse è proprio perché ognuno pensa di essere giudice unico delle proprie cazzate che serve qualcun altro che intanto stabilisca chi è il giudice.
E questo in un paese che sta facendo dell'interpretazione legislativa un'arte trasformista da far invidia a Lon Chaney, a meno che una delle parti non si chiami Gerit Equitalia e l'altra sia un poveraccio.
(mi si perdonino i continui riferimenti agli strozzini di Stato, non devo loro un euro al momento, ma parimenti se i loro numi tutelari ed i loro esattori venissero spianati da una raffica di napalm  farei ugualmente carosello con la mia auto in Piazza della Repubblica a tutto clacson per tre giorni e potete giurarci che avrei un discreto seguito).

Per farla breve l'85% degli italiani pensa di essere Berlusconi.
Con la sottile differenza che rispetto al Buffo Omino di Arcore non contano un cazzo.
E questo già da un minimo la misura di quali ometti ridicoli stiamo parlando.

Dice poi che la trasgressione nel divertimento è ammessa soprattutto tra i più giovani (44,8%).
Merda.
Rispetto alla percentuale di Sticazzi sunnominata siamo a livelli di vergogna assoluta.
Che vuol dire, intanto, trasgressione?
Bere chinotto? Farsi dei bei tapironti a due cartine lunghe? Farsi le seghe col dito in culo?
Il Censis non lo dice. E immagino i nostri ggiovani cosa abbiano inteso per "trasgressione, almeno considerando che per una buona fetta é assolutamente normale sbriciolarsi le narici o sbombolarsi di pasticche (sorry, non sopporto nè cocaina - una vera droga da stronzi - nè le pasticche, il miglior viatico per continuare poi a finirsi di psicofarmaci per limitare almeno i danni, che comunque volenti o nolenti sono irreversibili).
Insomma, vai a sapere.

Dice poi che quando è necessario bisogna difendersi da sé, anche con le cattive maniere (48,6% e si sale al 61,3 nelle grandi città).
Gli altri, suppongo, hanno la scorta.

Oppure confidano nelle Forze dell'Ordine.
O nei tribunali.
O nella Giustizia Divina.
O in Capitan Findus.

Va da sé che solo gli ultimi hanno ancora un qualche contatto con il mondo reale.

Per raggiungere i propri fini, dice poi, è bene accettare dei compromessi (46,4%).
Ma cosa mi si dice mai. Nel paese di Machiavelli (sì, grazie, abbastanza).

Poi dice che si può essere buoni cattolici anche senza tener conto della morale della Chiesa in materia di sessualità (63,5%).
Beh, vanno capiti.
Non a tutti piacciono i ragazzini.
Lo so che è una battuta scontatissima, ma una volta tanto potrebbero essere le zecche in tonaca ad essere meno scontate.
Comunque se ancora qualcuno avesse dei dubbi sulla doppia morale dei fans dell'Amico Immaginario eccoli serviti.

In compenso sono in crescita i comportamenti aggressivi: fra il 2005 ed il 2009 +35,3% fra minacce ed ingiurie (e qui però va considerato se sono rivolte agli stronzi appartenenti alle categorie precedenti, al che la percentuale sarebbe da ritenersi vergognosamente bassa), lesioni e percosse +26,5% cioè oltre a quelle normalmente somministrate negli anni precedenti.
Reati sessuali +26,3%.
I soliti buontemponi daranno certamente la colpa alla crescente incidenza degli extracomunitari.
Io sono più propenso a dare la colpa alla crescente stronzaggine degli italiani, viste le abitudini del maschio bianco, latino e cattolico e, dato che non ho la minima voglia di spulciare altre statistiche oltre a quelle che ho già letto da tempo aspetto qualcuno che mi smentisca.
Lo so, mi piace vincere facile.

Poi l'Uovo di Colombo.
Quello che Will nel suo blog mette in primo piano.

Dal 2001 al 2009 c'è un lievissimo +114,2% di aumento del consumo di antidepressivi.

Ma allora?

Non sarà mica che i Giudici del Proprio Destino, i moralisti a un tanto l'etto, gli spaccascoregge maneschi e violenti che per 20 anni si sono fatti incantare da un  venditore di acqua colorata spacciata per Pozione della Felicità siano in realtà niente più e niente meno che degli ometti di merda? Degli asini che si credono leoni ma che una volta davanti allo specchio delle proprie responsabilità vanno in pezzi come un puzzle da 600 pezzi colpito da una pallonata?

Sia chiaro che non considero l'uso degli antidepressivi prerogativa dei soli omini di merda sunnominati.
Ma il dato dimostra che siamo inseriti in un ingranaggio, un sistema che i nostri italianuzzi ex-fieri conquistatori del Mondo, Santi, Poeti e Navigatori non ce la fanno a sostenere.
Non gliela fanno proprio.

E allora paura.
Paura che della gente dalla pelle scura, povera, zozza ma con degli obiettivi precisi e soprattutto per niente depressa ci faccia un culo grande come il Traforo del Frejus.

Comincio a pensare che questa paura cominci ad avere i suoi perché.
Ma, detto fra noi, se il peggio succedesse potrei solo chiosare con il più classico dei

SE LA SONO CERCATA.

Per conto mio cambierebbe poco.

Fra il combattere degli zozzi presunti cattolici dalla doppia morale, voraci come piranha ed egoisti come Inzaghi sotto porta, ed il combattere qualsiasi altra categoria con la solita brama di potere, sempre dall'altra parte della barricata mi toccherà stare.

E fiero di starci.

5 commenti:

ganfione ha detto...

amen per il "se la sono cercata", ci sta tutto. e la pianto qui perché, come tutti gli autistici, io vedo connessioni laddove altri non le immaginano nemmeno. ma io le ho viste.

Inneres Auge ha detto...

Straordinario come sempre nella tua analisi.

"Che vuol dire, intanto, trasgressione?
Bere chinotto? Farsi dei bei tapironti a due cartine lunghe? Farsi le seghe col dito in culo?" Secondo me oggi trasgredisce chi LEGGE e ascolta VERA MUSICA, chi rispetta le regole, chi si comporta in modo civile

sassicaia molotov ha detto...

@Inneres Auge: Quelli sono rivoluzionari ;-)

VioletPussy ha detto...

Concordo con Auge...Scusa,è brutta da dire,ma ho riso molto leggendo tutto questo! :)

E comunque,sempre dall'altra parte della barricata con te.

Minerva Jones ha detto...

Anch'io sulla barricata con voi, miei cari!
Per quelli dall'altra parte, un libro di fantascienza di molti anni orsono che s'intitolava "Il fattore invisibile" http://it.wikipedia.org/wiki/Il_fattore_invisibile sembra spiegare perfettamente la questione.