mercoledì 8 settembre 2010

ANTIDEMOCRATICI


Probabilmente lo sono anch'io.
Almeno a sentire l'enfant terrible (per la sinistra) Enrico Letta.

Naturalmente non ero a lanciare oggetti su Bonanni nè lo avrei fatto se fossi stato lì. Non è il mio stile.

Il mio, di solito, è sedare gli animi, portare le contestazioni su binari di correttezza e civiltà, dialogare con le Forze dell'Ordine, avvicinarmi al contestato e sputargli in un occhio con tutta calma.

Vabbè, facezie a parte.

Io per Bonanni, ad esempio, non sciuperei nemmeno lo sputo.
Stamani ero coi miei colleghi a pianificare incontri con sindacato e vertici del teatro perché si annuncia una stagione di lagrime et sanguine, con ulteriore riduzione dei turni e blocco delle contrattazioni, oltre a non avere ancora una data precisa di rientro al lavoro.
E i nostri contratti saranno comunque ancora tutti a tempo determinato.

Quindi diciamo che mentre Bonanni si beccava il fumogeno il sottoscritto stava cercando, con i propri colleghi, una maniera di arrangiarsi nonostante i danni che lui e quelli come lui hanno fatto al mondo del lavoro.

Sarebbe il caso, quindi, che il signor Bonanni ed il signor Letta si "fermino a riflettere ed abbassino i toni" perché se fosse per il sottoscritto i fumogeni e gli oggetti arronzati sarebbero il meno: per quanto mi riguarda, invece, starebbero a guadagnarsi il pane come fanno quelli nelle mie condizioni o peggio e con gli splendidi contratti che la gente come loro ha fatto ingoiare ai lavoratori e con i benefici che vorrebbero introdurre con col nuovo "patto sociale".

Accetto scommesse che nel giro di un paio di mesi pagherebbero per farsi lanciare altri fumogeni.

44 commenti:

Chica ha detto...

posso condividere parola per parola senza aggiungere altro, che se lo facessi aggiungerei solo un sacco di bestemmie e d'insulti???
...baratterei volentieri tutti 'sti sindacalisti "moderni" dei mie coglioni con i minatori intrappolati a 700 metri....qualche mesetto la sotto per quattro soldi, forse li farebbe tornare sulla retta via....posso anche aggiungere che mi sono strarotta il cazzo di tutto sto politicamente corretto di questo residuo di sinistra, che "noi siamo democratii e ste cose non si fanno" "e chi fischia è fascista"...e poi andassero affanculo che è meglio???

sassicaia molotov ha detto...

@chica: il politicamente corretto se lo sono inventati loro, secondo un loro metro e secondo le loro esigenze. Quindi non vale e non è riconosciuto dalla F.I.C.A. (Federazione Italiana Contestatori Arrabbiatissimi).
Regoliamoci.

Bertoldo ha detto...

Io invece vorrei spezzare una lancia in favore del sindacalismo progressita: quello che il padrone non lo confronta, ma lo affianca nella difficile gestione del capitale e della forza lavoro a scopi produttivi.

Invece in Italia siamo rimasti indietro, ai tempi della Rivoluzione Bolscevica: quella che poi creo' le condizioni per l'avvento del Fascismo.

E poi la gente bisogna lasciarla parlare, se no sembra di essere tornati ai tempi della Russia di Stalin che piaceva tanto al Beppone.

Harmonica ha detto...

ringrazi che gli è arrivato un fumogeno...

sassicaia molotov ha detto...

@Bertoldo: come mai non ci riesce di affiancare il padrone nella difficile gestione dei profitti? Mica abbiamo la calcolatrice scarica.

Bertoldo ha detto...

@sassicaia molotov

Perche' altrimenti finiremmo come nell'Unione Sovietica che piaceva tanto a Giorgio Napolitano fino al 1989, quando dovette ricredersi e diventare, come D'Alema, un post-comunista del cazzo. Politicanti orfani di mamma Russia e Cina, senza idee, senza ideologie o progetti economici. Al punto da costringere uno che il capitale lo fa lavorare diventando miliardario e creando lavoro, un certo Berlusconi dei miei ciglioni, a scendere nell'agone politico e fargli sputare bile di rabbia da 16 anni.
E ancora gli stanno girando i coglioni visto che tutto quello che sanno fare e' non far parlare la gente.
E prendere legnate da Bossi nel cuore del Comunismo alla Peppone.
Che umiliation per la vecchia falce e martellate sui ciglioni degli operai.
Altro che Pomigliano d'Arco!

Tyler Durden ha detto...

Ma Bonanni e gli altri sindacalisti chi rappresentano REALMENTE?
Con la tessera sindacale ci sono sempre meno operai, sono una desolata minoranza che ha voce solo nei vari Tg, a seconda che siano a favore o contro il governo. Autoreferenziali e basta.

jesup ha detto...

Bonanni è uno dei venduti responsabili negli ultimi 20 anni dell'aumento vertiginoso dei profitti a scapito dei salari,cioè,in sintesi, di una massa di miliardi che si sono spostati dalle tasche dei lavoratori a quelle dei "padroni".Questo non viene detto solo dai "comunisti" ma da qualsiasi economista onesto e in buona fede.Ciò dovrebbe bastare a mettere la pietra tombale sul sindacalismo progressista concertativo,se non volessimo aggiungere i "dettagli" di tutti i diritti persi,di tutti i contratti rinnovati a perdere,del progressivo smantellamento di ciò che era stato dolorosamente costruito quando i sindacalisti erano veri.Da questi servi,venduti,cialtroni e ladri,sentirsi dire di abbassare i toni,mi provoca automaticamente la voglia di fare il contrario.Detto questo SM, dove ci iscrive alla fica,pardon al F.I.C.A.?

SCIUSCIA ha detto...

Il riassunto è "Bonanni venduto", unica certezza.

Bertoldo ha detto...

Cari sinistrelli,
non avete capito un cazzo!

Il punto non e' "vendersi" al padrone oppure prostituirsi all'ideologia del fallimento economico che si riassume nel "controllo dei mezzi di produzione al fine di spartire perequamente gli utili". Cioe' scemenze socialiste.
Tra lavoro retribuito e schiavismo non retribuito non ci puo' essere competizione.
La battaglia e' perduta.

Prendetevela con i Post-Comunisti di oggi e i Comunisti di ieri che forzando la natura dell'economia e lavorando contro le regole del mercato hanno fatto si che, nel favoloso Oriente, dal Comunismo del cazzo si passasse al proto-Capitalismo modello "Rivoluzione Industriale", cioe' ad un rinnovato e anti-storico sfruttamento capitalistico della manodopera.

Tra l'uso della forza lavoro, raggiunto DEMOCRATICAMENTE attraverso le lotte, i confronti, la cooperazione e la flessibilita' tipica del sistema di mercato, si e' passati, nell'economia globale, all'abuso della forza lavoro da parte di alcuni "global competitors"
E i conti non possono tornare.

Il punto e' salvare capra e cavoli mentre gli altri, cioe' la "competion", praticano lo schiavismo protetti dai loro tiranni.

Avevate torto nel 1968 e continuate ad avere torto nel Terzo Millennio.
Farete la fine di Mario Capanna.

A proposito: e' ancora vivo? (Vive ancora a Milano-quasi-Centro, non lontano dalla casa di Resto del Mondo?)

SCIUSCIA ha detto...

Vive a cinque o sei chilometri da casa mia, tra le colline della Montesca.

jesup ha detto...

A Bertoldo,io nel 68 avevo 3 anni e mi sa che sei te a non capire un cazzo,infatti non so nemmeno contro chi inveisci.Contro i post comunisti?E chi li vuole!Contro la Cina?E chi l'ha presentata come modello?Io non ho parlato nè di comunismo nè di Unione sovietica o Cina.Ho parlato di dati di fatto,te non si capisce di cosa parli e comunque sinistrelli tu sorella e la fine che farai saranno cazzi tuoi.Per la competition, Mario Capanna è vivo e vegeto

sassicaia molotov ha detto...

@Bertoldo: quando si ha un velo rosso davanti agli occhi si ragiona come te.

E tutto questo perché hai la foga di difendere il diritto di gente di merda a sfruttare e tenere alla fame chi contribuisce ai loro profitti.

Se vuoi portare degli argomenti assicurati di avere i requisiti minimi per farti ascoltare.

Bertoldo ha detto...

@ Sassicaia:

Bonanni i REQUISITI MINIMI non ce li aveva?

Ragionate solo a colpi di fumogeni?

Perche' continuate con l'ossessione del "Siur parun dalle belle braghe bianche fora le palanche, fora le palanche"?

Ragazzi: E' Terzo Millennio inoltrato!

Io nel 1968 non era manco nato.
Pero' ho studiato sui libri che Mario Capanna era uno stronzo picchiatore katanghese.
E andava spesso a mangiare la pizza con d'Alema, in via Solferino, prima che il locale passasse a Beppe Severnini, detto anche il Pizzaiolo di via Solferino, sotto il nome:
"Caffe'-Pizzeria Solferino - Italians Welcome".

Oggi, come tutti sanno, il Caffe'-Pizzeria Solferino e' uno dei punti di ritrovo intellettuali della citta' e ormai fa concorrenza allo storico Caffe Florian in Piazza S. Marco, alle Procuratie Nuove, e al Caffe Greco in Via dei Condotti, a Roma.

Se il Caffe Florian puo' annoverare tra i suoi frequentatori personaggi del calibro di Carlo Goldoni, Goethe e Casanova, Lord Byron, Marcel Proust, and Charles Dickens, tanto per citarne alcuni...e il Caffe Greco, per citarne altri, gente della statura di Stendhal, Bertel Thorvaldsen, Franz Liszt, Keats, Henrik Ibsen, Hans Christian Andersen and Felix Mendelssohn, e mi fermo qui per non farmi prendere dalla commozione....il Caffe/Pizzeria Solferino ormai conta tra i suoi abituali visitatori personaggi della mole di Beppe Severgnini, l'ex primo Ministro italiano Romano Mortadella, Fausto Bertinotti, Oliviero Diliberto e niente meno che il leggendario Pecoraro Scanio.
Naturalmente il via vai di Italians of London che si fermano a Milano per fare il punto sull'Anti-Berlusconismo con il loro leader spirituale, Little Joseph Severgnini, contribuiscono a dare al locale quella vivacita' intellettuale che gradualmente sta oscurando quella dei gia' celeberrimi Caffe Greco e Caffe Florian.

Una volta hanno visto entrare anche Mario Capanna, ma un Italian lo ha scambiato per un attempato coffee-boy e gli ha chiesto un espresso macchiato e una brioche e lui se ne e' uscito piuttosto impermalito.

Furio Detti ha detto...

Caro Bertoldo,

quando avrai masse di proletari incazzati a sfasciarti la macchina sotto casa perché rovinati da contratti capestro e resi pazzi e disperati dall'assenza di prospettive politiche e misure di equità sociale, scendi giù a spiegargli che "siamo nel terzo millennio" e che loro sono ideologici.

sempre che quelle masse di disperati non si mettano una bella camicia bruna, o nera, o rossa e inizino a derogare alle regole della borghese convivenza civile. un'alternativa possibile se qualcuno non fa qualcosa quando può e prima che le cose peggiorino.

mi raccomando, prometti che lo farai. solo stai alla finestra, perché durante i tumulti difficile che ti suonino il campanello...

scendi giù e spiega a quella gente che bisogna essere moderni e globalizzati, o meglio COMPETITIVI. forse ci hanno provato anche i datori di lavoro di quello che disperato a Pistoia li ha freddati dopo il licenziamento, o quello che è stato linciato in india dagli operai dell'azienda... non c'ero e non so dirti.

magari tu avrai più fortuna. ti daranno retta e ti ascolteranno. a differenza di te e dei tuoi amici padroni che hanno le orecchie tappate di fronte a ogni rivendicazione che potrebbe abbassare la temperatura che monta.

così poi ti sentirò meglio urlare e picchiare al portone chiuso dietro di te, ovviamente per pochi secondi. poi il silenzio.

ovviamente.

vorrei esserci.

con la max cordialità.

Furio Detti ha detto...

tra parentesi, il mondo che ti piace è quello dove un emiro e un oligarca russo fanno a gara ad avere lo yacht più lungo.

si vede che col cazzo non potevano competere per carenza di misure minime.

e altri mangiano tonnellate di merda per vedere chi avrà la giuntina che lo consacrerà proprietario di yacht enorme.

poi non frignamo se le cose prendono pieghe un tantino antidemocratiche.

jesup ha detto...

Ah,hai pure studiato per sparare tutte 'ste cazzate?E su che libri psichedelici,me lo dici così mi stono anch'io aggratis.O forse hai imparato a mente il bestseller "il libro nero del comunismo" e le frequentazioni dei radical chic che ci vieni ad enunciare.Fatti qualche anno di 10/6 in fabbrica in catena,dammi retta,il cervello ti si apre e poi ne riparliamo di competitor, competition e terzo millennio

Bertoldo ha detto...

La colpa dell'attuale contingenza economica cade tutta sulle palle anglo-americane.

Sono loro che hanno fatto crollare il sistema con un capitalismo merdoso, ingordo, famelico, criminale.
In altre parole capitalismo altamente speculativo.

Hanno creato, questi anglo-americani della minchia, una recessione mondiale con 300 milioni di disoccupati nel globo terraqueo e il rallentamento dello sviluppo dal sotto-sviluppo afro-asiatico che ha compromesso ogni speranza di riscatto per miliardi di persone per i prossimi 10 anni.

L'Italia ha retto benissimo all'impatto tsunamico-catastrofico determinato dalle banche americane e da quelle inglesi, complici i loro governi di minchia spaventosamente incompetenti.

E VOI VE LA PRENDETE CON BONANNI????????

Perche' non cerca il confronto, ma l'intesa.
Un'INTESA TESA a salvare capra e cavoli in ATTESA di tempi migliori per il beneficio di TUTTI e dell'economia generale.

E ve la prendete con la FIAT?
E vi schierate con gli operai ribelli di Pomigliano d'Arco?

Solidarieta', SI!
Imbecillita' economica, NO!

In Inghilterra si stanno preparando a stringere la cinghia decine di milioni di persone per un periodo programmato che va dai 5 ai 10 anni per risanare il catastrofico buco creato dal capitalismo socialista di Grodon Brown il Mortadellaro.

L'America non riesce a rilanciarsi e conta ancora 11 milioni di disoccupati e 20 milioni di sottoccupati.

E VOI VE LA PRENDETE CON BONANNI???????

Vi supplico di riflettere e tornare sulla terra: la blogosfera vi fa avere le vertigini.

Chica ha detto...

ma bertoldino e cacasenno dove li hai lasciati???

Bertoldo ha detto...

Bertoldino e Cacasenno?

Si sono fermati a cena da quello che "Non Sta Piu' Con Oriana" e si e' messo con Ori-Ano.

Eh Eh Eh

Furio Detti ha detto...

Senti le fiabe che racconta il Bertoldino... sentilì. Wow ora aspetto la fatina buona del libeomercato e del bravosindacalista che mi salva da recessione e miseria.

Ecco metto il dentino sotto il cuscino.
Così domani arriva Marchionne e mi regala una Fiat.

Buonanotte, buonanotte Bertoldino... (sull'aria di Buonanotte Fiorellino di De Gregori)

Furio Detti ha detto...

Come se Bertoldino ignorasse che le speculazioni ci sono state si negli USA, lì hanno avuto origine, ma la teoria secondo cui: produrre a tutti i costi, crescere sempre, aumentare il PIL non importa a quale costo, e delocalizzazioni incluse NON fossero invenzioni del liberismo made in USA ben gradite a politicanti e servi nostrani.

Furio Detti ha detto...

Agli altri qui sul blog: se cliccate su Bertoldo vi si apre un blog il cui titolo la dice lunga sulla sua preparazione, competenza,, maturità personale e capacità dialettica. Io ho lasciato il mio primo e unico saluto.

Non merita niente di +

SCIUSCIA ha detto...

Oh, Berto', ma non è che io devo scoprire che la colpa della crisi è degli ammmeregani, per non dire che Bonanni è un bastardo venduto. Lo è a prescindere.

Bertoldo ha detto...

Beh, credo di avere buoni motivi per "avercela" con la sinistronzeria dimmmerda italiana e internazionale.

Vedo che non gode di molta popolarita' nemmeno nei vostri blogs "progressisti-antifascisti-pacifisti-anti-gheddafisti-tutti-uniti-per-un'Italia-piu-gggiusta-eddddddemocratica".


Che tipo di sinistra volete?
Quella di Grillo?
Quella di Tonino l'Analfabeta?
O vogliamo far tornare in campo Bertinotti?
Oppure vogliamo sbellicarci dalle risate con D'Alema?
E che mi dite di Romano Mortadella?
E perche' non puntare sul nuovo cavallo pazzo: Gianfry Montecarlo Fini che sta fondando un partito fascio-comunista: Futuro e Liberta'?

Ragazzi: a me la sinistra fa cagare.

Avete presente quando andate al cesso in un cesso pubblico?
Ecco: potendo scegliere, in quale entrereste? In quello meno indecente, suppongo; possibilmente quello che non abbia uno stronzo che galleggi lasciato dall'utente precedente, oppure quello dove non si vedano quelle belle righine di merda lasciate dallo stronzo precedente mentre scivolava nell'orifizio.
Insomma: meno schifo fa, meglio e'.
E vi accontentate.

Cosi e' la scelta tra Sinistra e NON-sinistra in Italia e all'estero. La prima e' indecente e incompetente; la seconda lo e'....MENO e ha idee un po' piu' chiare e piu' in sintonia con i tempi.

Semplice da capire.

Quelle di Bonanni, per dire, sono idee e approcci diversi. NUOVI !!!
La sinistra deve ammettere che per il padrone dalle belle braghe bianche, quando i tempi sono difficili, lo sono davvero e non sta raccontando balle per mantenere il suo disonesto margine di profitto affamando gli operai con le tute blu e i calli sulle mani, ma, dati trasparenti alla mano e proiezioni econometriche internazionali, sta cercando di salvare la capra e i cavoletti.

Esempio:
E' inutile che i Francesi se la prendano con Sarkozy perche' il sistema previdenziale non ce la fa e l'eta' pensionabile deve essere elevata a 62 anni.
Se il sistema non ce la fa, non ce la fa. Se la popolazione invecchia, vive a lungo e mantenerla costa, e i contributi previdenziali non bastano a coprire la spesa, non si aprono le porte a un miliardo di immigrati mussulmani che lavorando in nero e facendo molti figli il sistema previdenziale lo appesantiscono ancora di piu'.

[Nelle Universita' "comuniste" di Londra, ce ne sono un sacco, professori ex-sessantottini insegnano agli studenti di Scienze Politiche che piu' immigrati entrano, piu' tasse si pagano: tasse che servono a pagare la pensione di chi diventa improduttivo.
Cioe' si bestemmia di economia perfino dalle cattedre universitarie (di sinistra). Come succedeva in Italia con il sindacalista Luciano Lama, capo storico della CGIL, che teorizzava che il salario fosse una variabile indipendente. Cioe' analfabetismo economico.]

Invece di appesantire cretinamente il sistema -dicevo - si cerca una soluzione intelligente: si lavora e si contribuisce fino a 62 anni perche' si muore a 90 e non piu' a 65/70, grazie ai progressi dell'odiatissimo uomo bianco; E penso che 30 anni di terza eta', invece dei 5/10 della generazione precendente, giustifichino il piccolo sacrificio.
A me sembra logico.
A molti di voi, invece, possono sembrare 2 anni di sfruttamento in piu'.
Io sto con Sarkozy, voi con la gauche al caviar.
Vive la France!

Se certi discorsi li fa uno di "Destra" (ma cosa vuol dire: Destra?) succede il finimondo;
Se li fa il Mortadella, allora, a malincuore, si manda giu' il rospetto perche' il Mortadella e' un catto-comunista che capisce la situazione dei lavoratori; quindi i fumogeni possono tornare nella sacca di tela dove Mario Capanna teneva i cubetti di porfido da tirare sul naso della polizia terrona serva dello Stato fascista e capitalista.

Fra di noi c'e' un abisso.
Ma io ho ragione e VOI NO!


Pace e bene a tutti voi.

SCIUSCIA ha detto...

Senti, se l'alternativa è Bonanni, scelgo il coma fino a risvegliarmi in un futuro migliore.

Ma poi che visione limitata è mai questa..? Non è che il "leader del futuro" debbe essere per forza uno di quelli del passato.

Furio Detti ha detto...

Per rispondere all'obiezione demente che i soldi non ci sono, basterebbe iscriversi come ho fatto io, niente di trascendentale a una mailing list molto semplice: DID Defense Industry Daily, una newsletter del mercato delle armi, quello legale, emerso, si badi! Nulla di segreto o nascosto che è di solito la parte NON emersa dell'iceberg.

Basta leggere il costo e le cifre a nove zeri che si spendono quotidianamente nel mondo civilizzato e non, USA e Europa inclusi, per vedere che quando si vuole i nostri governi i soldi ne hanno a buttar via. A buttar via. Leggete le cifre che sono intere manovre finanziarie italiane!

ergo la considerazione secondo cui "il sistema (poverino) non-ce-la-fa" è una immane, colossale, sesquipedale

CAZ-ZA-TA o STRON-ZA-TA

se preferite.

poi cercate di capire la condizione evolutiva di cervelli che reagiscono a un solo impulso:

"sei contro Berlusconi" > Sei comunista

al livello di una lumaca:

"qualcuno mi tocca le antenne" > ritirarle subito

un solo input, una sola reazione.

reti neurali ferme a 1 bit.

Furio Detti ha detto...

Riprendendo la metafora del cesso: trovo un cesso lercissimo e uno meno lercio?

Non mi tappo il naso. Vado da chi lo gestisce e gli sbatto un randello sulla testa finché non mi fa avere un cesso pulito. Che mi spetta.

Squadrismo?

Me ne frego.

Bertoldo ha detto...

Quando leggo le riflessioni di Furio Detti mi vengono in mente certi documentari storici degli Anni Settanta dove si vede un giovane Mario Capanna che tira un cubetto di porfido sui denti di un contadino meridionale che si era arruolato nei Carabinieri per cercare un futuro "migliore".

Per fortuna il cubetto di porfido ando' a vuoto.

Pero' quei tempi romantici non torneranno piu':
Oggi si adoperano gli estintori.
Eh Eh Eh

Furio Detti ha detto...

E infatti hai cannato alla grande, perché negli Anni Settanta bello mio io sarei stato da ben altra parte... in ogni caso chi indossa una divisa ha anche l'autorità che quella divisa gli da e ne deve accettare pure i rischi. Quindi cessa ipso facto di essere un proletario e sfruttato passando dalla parte dei più forti, sia pure come bassa manovalanza.

e comunque come al solito il tuo neurone ha attivato l'unica risposta possibile: è contro il Nano di Arcore, quindi è comunista.

La riprova, se mai fosse servita, che non hai capito una monumentale sega e infatti sul merito non sei capace di ribattere alle osservazioni sul problema delle voci di spesa: togliere alle pensioni per dare ai commercianti di armi.

Bertoldo ha detto...

"Togliere alle pensioni per dare ai commercanti di armi"...

No, guarda, davanti a queste angolazioni politiche mi arrendo.
Ti do ragione; riconosco i mie limiti; sono un fascista; Berlusconi e' il Male Assoluto; Tu sei un osso troppo duro per me; Fai di me quello che vuoi; Sodomizzami, se e' questo quello che merito....ma non farmi male, puniscimi, ma abbi compassione...

jesup ha detto...

l'ora d'aria è finita rimettetelo dentro!!Nemmeno bossi usa più le barzellette che spari te.La vita si allunga, lavorate di più:un genio!L'approccio nuovo di Bonanni!Bella sì, mi piace.Si vede che hai studiato.Ora però non mi fai più ridere e capisco perchè siamo in un paese di merda come questo.E' pieno di gente come te..

Bertoldo ha detto...

Beh, caro Jesup, se l'Italia e' piena di stronzi come me, come Bossi (che sta conquistando Emilia e Toscana e fra poco arrivera', con quella Trota del suo luogotenente, nel Regno delle Due Sicilie per accellerarne il processo di sviluppo civile, culturale ed economico cosi l'Italia tutta finira' di fare figuredimmmmerrda ogni volta che si siede nei consessi internazionali tra i paesi piu' ricchi ed evoluti del pianeta Terra) - se l'Itaia e' piena di stronzi come me, come Bossi, come il Berluska - dicevo - tu puoi sempre prendere la cittadinanza romena e trasferirti a Bucarest per facilitare l'integrazione Rom nel contesto balcanico. Da quelle parti non li possono vedere e hanno bisogno di gente come te che guarda avanti, con straordianria passione politica, per creare una societa' umana piuggiusta eddemocratica.

Per la correttezza dell'informazione terrei a precisare quanto segue:

La vita si allunga e cosi la sua "qualita'". Anche i costi sociali pero' "si allungano" e bisogna trovare aggiustamenti che rendano compatibile la qualita' dell'esistenza pensionistica con il sistema che la sostiene.

It's the Economy, stupid!

Adesso comunque torno nela mia cella d'isolamento per "aggiustarmi" il cervello.

jesup ha detto...

Si sparane ancora, Bertoldo, chi te le scrive martufello?Quindi sostituire D'alema con la Trota è la risposta?Con lui,con la sua autorevolezza e intelligenza,allora sì che nei consessi internazionali smetteranno di prenderci per il culo,come fanno ora,per colpa dei siciliani..I costi sociali poi li facciamo pagare a chi li ha sempre pagati,non a chi si è arricchito,proprio incrementandoli sulla pelle della maggioranza della gente?Sei il genio del nuovo! Guarda staresti bene anche te al governo accanto a Bondi e Bonaiuti,aumenteresti il prestigio internazionale dell'Italia,come ha fatto Berlusconi,del resto..Il nuovo come lo chiami te,non è altro che la solita melma liberista propinata da secoli,fino ad oggi dai furboni come te ed è un sistema che attualmente,tiene 3/4 del pianeta alla fame.Funziona,però per il quarto fortunato,cui apparteniamo te ed io,per ora.Infatti,non importa che io vada in Romania perchè i romeni,e non solo loro, verranno sempre più di qua,a reclamare di far parte del quarto di mondo fortunato dove stiamo noi.E quando tutti i 3/4 si accorgeranno che non è possibile stare tutti così bene in questo sistema,saranno cazzi.Ti ripeto,invece di studiare tanto vattene a lavorare in fabbrica,se ti prendono,le prospettive ti miglioreranno, ma smettila con queste puttanate che spacci come nuove e che sono vecchie come il cucco.Se voglio sentire due cazzate mi guardo studio aperto,che le spara anche migliori delle tue.

Furio Detti ha detto...

No Bertoldo, non avere troppa stima di te. Tu non sei un fascista. Mai sognato di darti questo titolo. Non te lo meriti. Non sei all'altezza.

adieu

Furio Detti ha detto...

E visto che conosci l'economia dille di spendere meno per 10 elicotteri agusta e di più per pensioni sociali e sanità.

Magari ti dà retta.

It's the economy, moron!

Bertoldo ha detto...

Questo blog sembra frequentato da metalmeccanici della CGIL.
Brava gente, intendiamoci, ma orizzontalmente limitata. Ma non avevano aperto una sala lettura nelle fabbriche, tempo fa? Non e' che con i libri ci si sono puliti il culo quando mancava la carta igienica nei cessi?
O per caso nella sala di lettura c'erano solo copie del Capitale e quelle di Repubblica, L'Unita' e il Manifesto?
Eh Eh Eh
Adesso capisco l'arretratezza di fondo che si respira in certi commenti.
E' questa la gente che tira gli estintori e i fumogeni?
Meglio, a questo punto, Uno, Cento, Mille Berlusconi !!!

E Dio maledica chi non gli piace la Fica.

Io Non Sto con Oriana ha detto...

"E Dio maledica chi non gli piace la Fica."

Questo è il punto, Bertoldo: nessuno mette in dubbio la tua competenza e la tua esperienza in materia di prostitute... o di spaghetti e di mandolini, se è per questo: il bello di voi sudditi è che non riservate alcuna sorpresa e che più in là di così proprio non ci andate. Speriamo sia qualcosa di dovuto a fattori culturali come i maccaruna c'a'pummarola 'n coppa o la musica di Gigi d'Alessio, perché se le cause fossero invece genetiche la cosa dovrebbe preoccupare non poco.

Quello che ti suggeriremmo è, appunto, di limitare la sfera delle tue trattazioni alle prostitute, lasciando ad individui consapevoli e a persone competenti -due categorie alle quali nessuno si sogna di ascriverti- le disquisioni in merito a tutti gli altri campi dello scibile.

Furio Detti ha detto...

Don't Feed the Troll

quello che gli avevam da dire gli abbiam detto. continuando a trollare, si qualifica e si smerda da solo come solo i bimbiminkia maleducati e cialtroni sanno fare.

Bertoldo ha detto...

Caro IO NON STO PIU' CON ORIANA,

Da quando ti sei messo con ORI-ANO non sei piu' lo stesso....

Mi verrebbe voglia di dirti: "Ma vai a dar via il qulo!", ma poi mi viene in mente che lo hai gia' fatto
Eh Eh Eh

Bertoldo ha detto...

Caro NON MI PIACE PIU' LA FICA DI ORIANA,

leggo tra le righe che sei anche un po' razzista: un sinistroMzello razzistello innamorato del Terzo Mondo.
Ma chi ti ha detto che sono terrone? L'uccellino di nome Ori-Ano?
eH eH eH

Bertoldo ha detto...

Chiedo scusa per l'off topic ma Anelli di Fum0 dice che...
"Su Brunetta io la penso in modo più radicale di te. Così radicale che non lo posso scrivere su Internet..."

Ma quando scriveva "Carfagna Bocchinara", dando questo titolo ad un post, non si e' posto il dilemma se poteva o non poteca scriverlo su Internet?

Forse quel giorno aveva le mestruazioni.

Allora sono andato a controllare ed ho scoperto che il post "Carfagna Bocchinara" e' stato rimosso dal suo blog, cioe' cancellato, di nascosto. Forse perche' nel Canada dove e' emigrato per sottrarsi allo squadrismo fascista italiano gli hanno lavato il cervello e gli hanno insegnato cos'e' la Buona Educazione.
Predicare bene e razzolare male e' sempre stato tipico dei Savonarola: pulitissimi, fuori; maialissimi, dentro.

sassicaia molotov ha detto...

ROTFL. Bertoldo, io ti devo mettere in una teca.
Quasi quasi vado a vedere se sei sempre su usenet.

sassicaia molotov ha detto...

Dimenticavo:
mi dicevi:
@ Sassicaia:Bonanni i REQUISITI MINIMI non ce li aveva?

No.