martedì 22 febbraio 2011

COME CRAXI

Potrebbe sembrare una lamentela oziosa quella di prendere atto di come siano cambiati i rapporti con le autorità e le cosiddette FF.OO. (no, non le Fiamme Oro, parlo delle forze dell'ordine), specialmente ora che nelle piazze del Nord Africa si ammazza gente come fossero zanzare, ma oggettivamente parlando credo proprio che la discussione abbia invece un senso.
Anzi, che abbia un suo perché proprio alla luce di quanto successo in Egitto prima ed in Libia ora (senza contare Yemen, Bahrein e chissà cos'altro dopo).
Lo spunto principale me lo ha dato QUESTO POST di Venturik che mi sono letto nella portineria del teatro mentre attendevo che lo spettacolo di ieri sera andasse in scena.
I vigili, la Polizia Municipale. Parliamone, anche se sull'analisi di Riccardo ci sarebbe ben poco da aggiungere.
Se ne deduce che è stato allargato il solco fra cittadini ed autorità, che ormai parlare di divise "al servizio del cittadino" con questo governo in carica suona come una pietosa presa per le natiche, che i cosiddetti municipali sono semplicemente gli ulteriori spremitori per le tasche disastrate dei cittadini, quando non gli inquisitori secondo leggi fatte apposta per trovare ad ogni giro di giostra la maniera di renderci la vita un inferno.

Provate ad avere il posto di lavoro in centro a Livorno, ad esempio.
ZTL, zona pedonale, zona a lettere, zona riservata ai falsi invalidi (sì, perchè dopo quello che ho visto i possessori di parcheggi privilegiati per disabili sono in buona percentuale disabili solo nell'arte del parcheggio), ma nessuna zona per chi in centro ci viene non per cazzeggiare o shoppettare ma a LAVORARE.
Parcheggi a pagamento che dopo 2 ore dovresti tornare fuori e rimettere altri 2 euro di parchimetro, oppure parcheggi custoditi che mi costerebbero 10 euro al giorno.
E di solito all'ora in cui stacco non c'è NESSUN mezzo pubblico che mi può riportare a casa (10 km dal centro).

Si capisce che ho un cospicuo numero di multe, e ok. Le pago e vado avanti, anche se per ora soluzioni al problema non ne trovo.
Però.

Quando si alzerà il primo refolo di vera rivolta, quando la gente comincerà ad andare in piazza incazzata come nel nord Africa, ecco, io quelli lì sono i primi che andrò a cercare, e potete metterci il timbro a secco che non sarò solo.

E già andata di lusso a quei municipali che l'estate scorsa volevano sequestrare con fare inutilmente protervo la merce dei senegalesi che stanno tranquillamente lungo il viale a mare senza importunare nessuno vendendo la solita merce che tutti i senegalesi di stanza qui a Livorno hanno da sempre.
Difatti i municipali vennero circondati da qualche decina di - teppisti? terroristi? delinquenti? - no, da cittadini, padri di famiglia, anziani e ragazzi.
E si sono presi anche qualche ceffone.
E gli è andata di lusso.
Avreste dovuto leggere l'articolo sul "Tirreno" traboccante di indignazione e scandalo. Come ci si permette di toccare un tutore dell'ordine.


Così come quando sono intervenuti durante la consueta occupazione di tre giorni da parte degli antagonisti della Fortezza Nuova a cavallo del primo maggio.
L'occupazione in genere è concordata con l'Amministrazione Comunale.
E i municipali vennero semplicemente a provocare.
E anche lì le hanno prese. Oh, qualche manata nel viso a fine propedeutico, niente di che.
Ma ormai ci siamo.
Hanno voluto i vigili militarizzati, le Equitalia & c.?
Bene, benzina sul fuoco che fra poco gli esploderà nel culo.

E uno dei perché é l'inutile protervia italiota grazie alla quale basta avere una mostrina ed una divisa per credere di potersi permettere qualsiasi mancanza di forma di rispetto, nonché traboccare di arroganza anche senza giustificazione.
E prima o poi, come la fisica quantistica insegna, qualcuno si fa girare violentemente le palle.
Allora diventa chiaro che ricorsi, petizioni, contestazioni etc. etc. non servono a nulla, quindi per forza di cose tocca andare allo scontro frontale.
Dicono che stiamo ancora troppo bene per arrivare a fare come in Maghreb e dintorni.
Io non la penso così.
Noi siamo un paese potenzialmente benestante e che la dignità del vivere la conosce, ci stiamo soltanto accorgendo increduli che vogliono togliercela.
Aspettate che si realizzi appieno quello che stanno combinando e vedrete che succederà.
E, bontà loro, i municipali sono una di quelle categorie che ce lo sta mostrando con encomiabile zelo.

Quello che vorrei fosse chiaro è che quando si alza a certi livelli la tensione sociale bisogna stare molto attenti nel calcolare a cosa si va incontro.
E l'impressione è che l'Italia sia una polveriera come e quanto la Tunisia, l'Egitto e la Libia, più lenta a carburare.
Solo che qua - ed è lì che sbaglia - il nostro Buffo Omino di Arcore pensa che Piazzale Loreto sia un incidente del passato.
Povero illuso.
Io però rimango dell'avviso che preferirei tenerlo in vita mentre il suo impero gli si sgretola davanti e tenerlo pedissequamente informato sul come e sul perché. Vivo e rosicante.
Tanto, come Ben Alì e Mubarak, questi come devono lasciare le leve di comando si ammalano o schiantano addirittura senza far sprecare pallottole.
Son fatti così, se non comandano si sentono morire.
Come Craxi.

Lasciamoli lavorare, quindi, si stanno scavando la fossa con le proprie mani.

10 commenti:

Inneres Auge ha detto...

IO penso che il buffo omino sarebbe capace di far sparare sulla folla (ricordiamoci che in passato ha fatto usare la violenza alle forze dell'ordine e mi ricordo un morto al G8 di Genova) anche per questo non condanna l'amico libico. Tuttavia noi stiamo meglio deoi magrebini ed è difficile ipotizzare che molta gente perda la pazienza in quel modo.

D'altra parte aumentano quelli che vorrebbero il sultano fuori dalle palle però, noi siamo troppo vecchi per fare la rivoluzione. IN Libia metà della popolazione ha meno di 15 anni, in Egitto 25, in Tunisia l'età media è di 32 anni. Qui chi va in piazza? I radical chic? E poi noi dovremmo cambiare radicalmente il modo di pensare e di guardare al mondo, perchè finito il papi ne avremo un altro. Noi siamo in un regime partitocratico che non si cancella dall'oggi al domani.

sassicaia molotov ha detto...

Il Buffo Omino per ora sulla folla spara, ma tante cazzate.
I radical chic non esistono se non per loro stessi, i 15enni di ora si stanno svegliando in un mondo che non gli garberà per niente.
Non mi preoccupa l'esercito nè la polizia, mi preoccupano le famiglie, le cricche, i consorzi, le mafie, le caste, tutti quelli con la loro spilletta.
Qui in Italia, dico.

VioletPussy ha detto...

Si,decisamente non sarai solo nella tua presa alla municipale!! Però ho come l'impressione che per una vera rivolta ci vorrà ancora molto tempo...Non so se quello che sto per dire potrebbe causarmi/ti la chiusura del blog...Però....Qua mancano le Brigate Rosse...Sbaglierò,ma la penso così.

sassicaia molotov ha detto...

@Violet: guarda, io a quei tempi c'ero e penso questo: non mi farei mai governare da gente che scrive dei comunicati illeggibili come quelli delle BR.
Certo è che adesso è chiaro che gli italiani non ne possono più del buffo omino.
Si tratta solo di vedere quanto ci mettono a capirlo e fare nuove elezioni, altrimenti ci sarà un'escalation di tensione che non promette niente di buono; ed io penso che purtroppo è quella la direzione in cui stiamo andando.

Furio Detti ha detto...

ragazzi abbiamo avuto 3.000 anni di storia a dimostrarci che gli ital(idiot)i sono inabili alla rivoluzione. avete avuto la rivoluzione Francese, quella Americana, quella Russa...

c'è mai stata una rivoluzione italiana? mai.

e la storia è un laboratorio che sforna dimostrazioni da migliaia di anni.

noi siamo un popolo bottegaio, commerciante, non prendiamo mai prese di posizione nette e radicali perché ogni presa di posizione forte compromette il commercio, l'aumma aumma, l'andiamo a intenderci...

siamo un popolo che davanti a un tozzo di carota elargito dal potente di turno si allarga le chiappe da solo.

da sempre.

per chiuderla con l'impero romano abbiamo dovuto aspettare i barbari.

per chiuderla con gli Spagnoli abbiamo dovuto aspettare la guerra dei Trent'anni e lasciare che i gringos esauriti perdessero a favore dell'Austria i domini. lavoro fatto da altri.

per chiuderla con gli austriaci abbiamo avuto bisogno prima dei Francesi e poi di Bismarck che rompesse il culo ai francesi. quando unico fra tutti Garibaldi avanzava, veniva sempre fermato in nome della moderazione.

per chiuderla con i nazifascisti abbiamo avuto bisogno degli Yankee che risalissero il paese e di un Reich del tutto stremato.

andiamo... una rivoluzione da un popolo così incapace, imbelle e vile? a noi basta dare un pallone e una TV al plasma per tenerci buoni mentre ci chiavano la figlia sotto casa....

vorrei proprio vederla. quel giorno vedrò pure gli asini volare e i fiumi correre all'insù.

sarà spassoso.

VioletPussy ha detto...

Governare no,ma magari dare uno scossone..Poi parlo con la voce di una che quei tempi non li ha vissuti per cui probabilmente guardo a quel periodo con occhi diversi dai tuoi,e quello che ha ragione sei sicuramente tu visto che ne sai di più. Dici che questa tensione porterà a delle brutte rivolte? Anche perchè secondo me si si va alle elezioni ora come ora ci troviamo comunque un coglione al governo,magari non lo psiconano,ma comunque un coglione.

sassicaia molotov ha detto...

@Furio: abbiamo un DNA adatto ai baccanali, per questo quando c'è una guerra facciamo delle figure di merda anche quando le vinciamo (vedi Ia guerra mondiale). Ciò non toglie che magari nelle insurrezioni sappiamo cavarcela. Però è vero, e quello che hai scritto lo sai tu, lo so io ma soprattutto lo sanno loro che governano.

@Violet: Se ci rivoltiamo adesso finirà come la tua scopata di ieri sera che hai descritto nel tuo blog: tante domande irrisolte e la sensazione che avresti fatto meglio a fare altro (tipo andare a Codroipo);-)

VioletPussy ha detto...

Ahahaha!!!! Una bella similitudine!! Dai,venite a suonare in Friuli così ce ne stiamo tutti a Codroipo!!! Io inizio a farvi pubblicità...

jesup ha detto...

Diobono a Codroipo c'ho fatto il militare, ma guarda un po', si parlava di stellette e divise. Sapere che lassù c'è gente che ci tromba, mi rincuora profondamente. Io, quell' anno non ho mai visto un abitante, solo coglioni di leva, non trombanti, come me.:-) Dei vigili urbani non voglio parlare, sennò m'arrestano

VioletPussy ha detto...

@Jesup...Si,diciamo che Codroipo non è famosa per la movida! Adesso inizia un po a svegliarsi,ma per vedere gente (E fare cose) una capatina a Udine potevi farla!! :)
No...I vigili lasciamoli stare...mi hanno dato un multa (per un divieto di sosta contestabile) mentre andavo a pagare un'altra multa...le comiche!!