giovedì 7 gennaio 2010

VOI SIETE UN PUBBLICO DI MERDA


Premetto che di calcio ne capisco, avendolo praticato a lungo, mentre poco ho frequentato gli stadi.
Le mie presenze variano tra le una e le due partite a campionato quando i soliti giovialoni mi convincono a passare una domenica pomeriggio nella bolgia della curva del Livorno.
Non sono interista, nè ho mai tifato per le grandi squadre. Discendo da famiglia romanista piuttosto accanita, ma ormai se devo tifare qualcuno preferisco il piccolo Livorno, più qualche simpatia sparsa per alcune squadre regolarmente bastonate dal Palazzo non appena alzano la testina (vedi Fiorentina), ma il calcio in generale e più che altro i suoi attuali protagonisti mi hanno dato la nausea da un pò. E sì che la poetica del giuoco del calcio nonchè l'arte prestipedatoria, come la chiamava Brera, è stata una delle mie più grandi passioni giovanili.

Ora anche il calcio è il perfetto specchio di questa Italia misera, ignorante, razzista e becera: e la giornata di ieri è stata la perfetta esemplificazione di quanto affermo.

Succede che in questo momento uno dei migliori giocatori in circolazione nel nostro campionato sia un simpatico negretto non ancora ventenne, e che il ragazzino sia di quelli con il carattere proprio di chi si irrita quando qualcuno cerca di mettergli i piedi in capo. Magari è un pò sopra le righe, ma di sicuro non abbiamo molto di meglio da mostrare ai prossimi mondiali.

Succede che il negretto venga bersagliato da fischi e buu di scherno per il colore della sua pelle nonostante sia italiano a tutti gli effetti. E succede che la cosa sia diventata un tormentone.
Ma succede anche che l'affanno dell'establishment calcistico nell'affermare che il ragazzo venga fischiato per il suo carattere per niente accomodante piuttosto che per il colore della sua pelle stia passando dal patetico al tragico.

A nessuno è vietato fischiare un avversario, specie se rappresentativo. Chiedete a Cristiano Lucarelli. Ma a nessuno è concesso di prendere per il culo la gente cercando di mascherare l'ormai per niente latente razzismo delle curve della stragrande maggioranza delle squadre di calcio, che in curva raccolgono quel sottoproletariato periferico ben inglobato e catechizzato dalla mentalità tribale e di branco nella quale scaltri infiltrati mandati per conto dei gruppi di estrema destra hanno potuto per anni fare il bello ed il cattivo tempo sotto lo sguardo vigile e compassionevole delle forze dell'ordine e ben foraggiati dalle società, mentre nel frattempo curve di sinistra e senza padrini politici venivano decimate a colpi di DASPO: la curva livornese, durante il primo anno di serie A dopo 55 anni aveva il record credo mondiale di diffide: circa 500.
Alla prima trasferta a Roma contro la Lazio vennero sequestrati in 300 dal treno che doveva riportarli a Livorno e tenuti in stato di fermo per una notte per aver risposto ad una sassaiola dei tifosi laziali alla stazione di San Pietro, circostanza comunque ancora molto dubbia visto che lo sparuto gruppetto laziale venne sostituito in meno di cinque minuti da un battaglione assai nutrito di celerini, gli stessi che avevano accolto l'arrivo dei livornesi sfoggiando al collo fazzoletti degli Irriducibili Lazio e provocando per tutto il giorno sperando in qualche reazione.

Ora si deve assistere al penoso spettacolo dei soliti masticabrodo che si affrettano a dire che la levata di scudi contro Balotelli è frutto del carattere del ragazzo che, ricordo, ha 18 anni.
A questi buffoni vorrei ricordare che non basta far togliere celtiche, fasci, striscioni in carattere runico, o inneggianti al duce o addirittura svastiche (non ve le ricordate, eh?) per pitturare di nuovo quello che è rimasto vecchio e stantìo, e cioè il colore nero di moltissime curve italiane.
Ciò significa che anche i soloni del giornalismo sportivo, una delle categorie più infami e parassite della nazione, preferiscono troncare e sopire sul fenomeno, nonchè non risparmiare ogni volta solenni tirate d'orecchi al negretto ogni volta che il suo carattere dà loro agio di esprimere il loro falso e spudorato moralismo a gettone.

Prendano atto i signori: l'Italia razzista esiste e la peggiore è quella che lancia il sasso e crede di togliere la mano con scuse patetiche da scuola elementare.
Quest'Italia è ben rappresentata nei nostri stadi, ma anche nelle annesse tribune stampa e nei programmi sportivi, dove si blaterano generiche parole di condanna per poi rovesciare subito il problema addosso ad un esuberante campioncino colpevole di essere italiano ed avere la pelle nera.

E' questo che ai signori non va giù.
Ed è a questo che, purtroppo per loro e per "le iene degli stadi", dovranno abituarsi.
Volenti o nolenti.

"Il pubblico di Verona mi fa schifo"

E cazzo, era ora che qualcuno lo dicesse.
10,100,1000 Balotelli.

21 commenti:

Venturik ha detto...

E lo dico pure io, che sono un tifoso della Fiorentina poco più che viscerale. La Fiorentina avrebbe un "gemellaggio" con i veronesi, del quale mi *vergogno* e nel quale non solo non mi riconosco, ma che ripudio totalmente. Al diavolo. Pezzi di merda schifosi e basta. Altro non ho da dire, e sono con Balotelli. Ha fatto benissimo.

pazzolivo ha detto...

vai allo stadio prima di scrivere cazzate!
balotelli ha da sempre un comportamento irriverente prima di tutto verso i suoi avversari, poi verso i tifosi avversari.
questi comportamenti danno molto fastidio ai tifosi che giustamente lo fischiano! come lui anche i vari cassano,panucci,totti,materazzi sono fischiati uguale!
ignorante!
ultras liberi

SCIUSCIA ha detto...

Figurati se 'sto coglione qua sopra era capace di avere un blog per farci leggere i sui illuminati argomenti (esatto, il link non conduce a nulla).
Vorrei sapere quante volte hai detto a Totti "bianco di merda", o quante volte hai chiamato Cassano "scimmia", o quante volte hai spiegato a Panucci che un bianco non può essere di certo considerato un italiano, caro Ultras Libero.

Detto questo, io sono esattamente come te, Sassicaia. Pure io ex "calciatore". Pure io schifato dal "grande" calcio. Pure io simpatizzante del piccolo Livorno (sono pure andato in curva, una volta). Con l'aggiunta chepperò sono Pure interista. Quindi le balle mi girano ancora più che a te.

Comunque, oh, che a Verona c'è un pubblico di merda l'hanno capito pure i negri.

Daniela ha detto...

Sai che ti dico? Troppo spesso la "gente" crede di poter oltrepassare le righe, urlare cazzate e poi nascondere la mano dietro al branco, al "lui è peggio di me", io volevo dire che..., se lo merita ed altre cavolate! Invece tutto lo si può condurre a semplice, abissale mostruoso maleducazione!! Vuoi pensarla razzista? Fallo, ma non venirmi a dire che non lo sei o che ti è permesso esternarlo come se fosse un merito! Il razzismo, come la maleducazione, è solo un'altro aspetto della violenza!
Chissà perché in certi posti è ammessa...

Io Non Sto con Oriana ha detto...

http://iononstoconoriana.blogspot.com/2008/11/contro-il-calcio-reprise_06.html


http://iononstoconoriana.blogspot.com/2008/10/contro-il-calcio.html

Ernest ha detto...

per non parlare del sindaco Tosi... solo accostare la parola sindaco a questo elemento mi vengono i brividi!

sassicaia molotov ha detto...

@Pazzolivo: Sebastiano Rossi, tanto per dirne uno simpaticissimo, aveva questi trattamenti?

pazzolivo ha detto...

decisamente si!
famosissimo il coro: Rooooossi...tua moglie sta scopando!
ci tengo a dire che io ho parlato di fischi o comunque insulti "normali" ,da stadio, ovvio che negro bastardo,ad esempio, è senza discussione razzismo ed è da condannare!
come è da condannare il comportamento del fighetto balotelli, in campo e fuori!
non per niente è stato squalificato e multato

pazzolivo ha detto...

ah per la cronaca il chievo non ha preso nessuna multa, il che significa che non ci sono stati cori razzisti ma al massimo insulti di pochi tifosi che l'arbitro e collaboratori non hanno sentito.
consiglio a balotelli un bel bagno di umiltà e ai suoi tifosi di idolatrare qualche giocatore più meritevole!
e per piacere andateci allo stadio se volete parlare di calcio!

sassicaia molotov ha detto...

@ Pazzolivo: ecco, ora prova a convincermi che la maggior parte degli insulti "normali" vengono tirati solo perché Balotelli è kativo. Prova a convincermi che la curva gobba, quella veronese, quella laziale (vista all'opera impunita domenica scorsa con Rivas) e le altre simili non sono minimamente toccate dal colore della pelle di Balotelli. Dài che qui non sei su twitter e puoi esporre con infinita varietà di argomenti. ("Tua moglie sta scopando" e "non esistono negri italiani", ugualeuguale)

SCIUSCIA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SCIUSCIA ha detto...

Comunque il coro più razzista l'hanno fatto i tifosi dell'inter contro la Juve: "Meglio nero/che bianconero".

E poi che palle con questa scusa che Balotelli è irriverente ed odioso. Certo che lo è, e allora? Zlatan "puppami il cazzo" Ibrahimovic non mi pare un campione di simpatia, ma nessuno gli ha mai cantato "Non ci sono svedesi zingari".

sassicaia molotov ha detto...

Zoro, Coly, Sissoko, Rivas e quanti altri, Ferrer che non venne a Verona perchè la curva mise un manichino nero impiccato dagli spalti, Winter che non lo volevano alla Lazio, se stiamo qui a fare l'elenco delle imprese dei curvaioli nostrali facciamo buio. No, mica son razzisti. Sono solo delle povere merde.

pazzolivo ha detto...

ahaha manca solo Arnold...
che in altri stadi o in altri episodi ci sia stato vero razzismo non lo si mette in dubbio, ma non si sta discutendo di questo!
il chievo neanche ce li ha gli ultras o curvaioli.
abboccate alle solite strumentalizzazioni dei vari maroni e soci (quelli si che sono razzisti veri!).
a verona solo fischi, i bigotti come voi ci vedono razzismo.

jesup ha detto...

Qui siamo diventati bigotti,ora.Negro di merda non è razzismo.E infatti abbiamo il miglior premier degli ultimi 150 anni...

pazzolivo ha detto...

a me risulta che quella frase sia stata scritta su un muro a bari,sicuramente da un ignorante razzista, ma per questo non bisogna dire che i tifosi del chievo o del bari sono tutti razzisti!
se mi sbaglio chiedo scusa e chiedo anche le fonti però!
ribadisco poi,a prova di quello che dico, visto che io non ero a verona, che il chievo non è stato assolutamente multato! l'inter invece si, per cori razzisti contro luciano!
ma luciano non fa notizia, meglio parlare dell'italiano super pagato balotelli, giovane e indifeso preso di mira da tutti, lui si che fa notizia!
visto che l'hai nominato,questi sono proprio i mezzucci nello stile del premier più mafiosi degli ultimi 150 anni.

sassicaia molotov ha detto...

@Pazzolivo: intanto, per chiarire: fidati se ti dico che di quello che succede nelle curve ne so più io che non vado allo stadio di te che ci vai.
Secondo punto: l'ipocrisia di cui parlo nel post è proprio quella che ha decretato la multa per Balotelli mentre al Chievo non è stata data nessuna sanzione. Perchè è facile addossare al carattere di Balotelli l'astio di gente che prende a pretesto la cosa che sfogare certi istinti, e sì che te ne ho fatti di esempi, sennò pare che uno prenda posizione a seconda della squadra che tifa mentre a me non me ne può fregare di meno, ce lo vogliamo dire che ci sono curve guidate da fazioni che portano avanti posizioni che definire razziste è un complimento e che, peggio ancora c'è chi lavora per sedimentarle nell'immaginario collettivo del tifoso e che il tifo è solo un mezzo per alimentarle o stiamo ancora qui a prenderci per il culo?

pazzolivo ha detto...

sicuramente ci sono tifoserie come dici tu, potrei anche elencartele...ma non tutte le tifoserie sono così, e nel caso specifico, Chievo-Inter, la tifoseria del Chievo è da sempre,per quello che so, una delle più tranquille, senza neanche veri ultras!
per quanto riguarda la multa:io sono anche arbitro di calcio, e quindi ne so un pò più di te, e ti dico che il giudice sportivo da le multe solo ed esclusivamente in base a quello che scrive l'arbitro nel referto di gara, quindi non c'è nessun astio collettivo come dici tu, almeno che l'arbitro della partita non sia razzista nei confronti di Balotelli ma ne dubito!
accusare l'arbito o il giudice sportivo di essere scorretti è come accusare i magistrati di essere comunisti!!!!
può anche essere ma servono prove concrete.

Alessandro Cavalotti ha detto...

Io sono juventino doc, e da juventino sono profondamente indignato. Altro che multe: qui ci vuole una squalifica esemplare. Così forse la società si decide a prendere una posizione chiara contro questa vergogna. Ed è inutile dire: be', ma si parla solo di Balotelli. A maggior ragione, per il fatto che finalmente il razzismo negli stadi è tornato alla ribalta, occorrono decisioni esemplari, che segnino una svolta. Non si può tollerare questo schifo.

Chica ha detto...

...dove sono finiti i bei tempi dove sugli striscioni leggevi frasi poetiche del tipo:
"Giulietta è 'na zoccola!"....gentilmente offerto dalla tifoseria napoletana a quella veronese in risposta ad un loro meno poetico "O Vesuvio lavali col fuoco".....

SCIUSCIA ha detto...

Coro degli Ingrifati (ultras Perugia di sinistrissima) al Verona:

" E Romeo / frocio /
e Giulietta /troia /
e Verona / merda làlà làlà "