mercoledì 28 luglio 2010

DON ZAMBRAKER


Son proprio bellini i giovani del PD.

Ti si piantano davanti con la loro nenia del cambiamento a piccoli passi, del nuovo, del progetto, del "territorio" e tutto quel linguaggio buono per chi ha frequentato Veltroni e quasi quasi crede ancora in questo guazzabuglio osceno di riciclati, arrampicatori e sfigati.

Poi vedi il PD all'opera.

Ma non su scala nazionale, su quello che loro chiamano (puntualizzando ogni tre parole) IL TERRITORIO.

E allora, benvenuti a Zambra, comune di Pisa.
Già le notizie sono due: che Zambra esiste e che c'è una sezione del PD.

La cosa diventa meno ilare quando Don Zauker viene prima chiamato per una serata alla "Festa Democratica", e poi richiamato per la disdetta.


Preparate il sacchetto per il vomito.

5 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

Dio merda.

Venturik ha detto...

I have a dream.

Vedere le "componenti cattoliche" affogare nella merda di rinoceronte. Ma affogare sul serio, non metaforicamente; e se poi non è di rinoceronte va bene anche di cane, basta che affoghino.

Ma, ad ogni modo, forse non c'è neppure da stupirsi più di tanto. Fossi il Caluri e tutti quelli di Don Zauker, ci farei un fumetto di quelli sodi.

sassicaia molotov ha detto...

Il "non siamo mica da Santoro" è da manuale del perfetto cretino da sezione.

E poi (leggi commenti) avrei voluto avere fra le mani l'anzianotto che voleva rifarsela coi Gatti Mezzi per l'annuncio.
Solo chi ha vissuto a Livorno può capire quale goduria possa essere il mescolare le mani sul muso di un caprone del contado pisano.

d-K ha detto...

Ma cazzo, NO! Io che avevo già programmato di passare da mia sorella in quel del pisano apposta per godermi il Don Zauker show e 'sti caproni cancellano tutto...
Comunque condivido quanto scrive Veturi: un bel fumetto di quelli tosti ci sta tutto.


P.S.: Zambra non fa comune a sé ma è una frazione di Càscina.

sassicaia molotov ha detto...

@d-k: Hai ragione, imperdonabile non citare la patria della Grande Lucia Catarsi in Borghini.