domenica 17 luglio 2011

L'ALTRO IMMAGINARIO

Veline, letterine, meteorine, attricette, quello che vorrebbero imporre all'immaginario erotico maschile è un modello di studiata perfezione.
Plastica.
Poi uno vede questa tipetta inglese, sola davanti ad una folla oceanica armata solo della sua chitarra che canta
"Lick my legs, I'm on fire
Lick my legs, I'm desire"

Il bottone che fa scivolare nel cesso tutto il modello di cui sopra.
Almeno per me.

11 commenti:

Minerva Jones ha detto...

Fighissima. Domani posto un pezzo di Latouche sul blog proprio su questo discorso. Ma sai, non credo proprio però che chi è già 'contaminato' dall'immaginario di cui sopra possa trovar intrigante PJ Harvey - per quelli sarà solo un'anoressica dal viso irregolare... siamo andati troppo oltre - culturalmente troppo alla deriva. E quelli che più inneggiano a esiti di rivoluzione dello status quo sono quelli più ignorantemente malati, ma si credono sani. Vorrei vivere in un'altra epoca, gli anni '20 in Svizzera sarebbero perfetti...

VioletPussy ha detto...

Anche per me.
Vista in concerto ad Imola anni fa...Bocca spalancata per tutta la sua durata.

Humani Instrumenta Victus ha detto...

...a Zurigo.
Ma il capitalismo è un rapporto di dominio inclusivo, impersonale. Livella tutto, capta e appiattisce ogni differenza (di genere, sessuale, musicale, etnica etc. in questo discrimina per nulla)anche quelle più alternative. Anche la diversità di PJ è facilmente riconducibile all'equivalente universale. A parte questo, anch'io vado pazzo per lei e per Diamanda Galas!

sassicaia molotov ha detto...

@Minerva: E' una questione di onde. Se riconosco PJ è perché ho dei buoni esempi. Le donne che gravitano nel quotidiano spesso sono un veicolo anche inconsapevole di conoscenza e consapevolezza.

@Violet: A me manca. Non so se sarebbe una buona cosa per me andare ad un suo concerto, anche perché la rincorrerei fino in albergo ;-)

@H.I.V.:Due donne che, come si dice qua, son due bei crostini. Evidentemente le cose facili non fanno per noi, eh.

Dea ha detto...

be'perfetta la Polly, mi piace, tosta femmina. ricordiamoci che ciò non si può riprodurre con la plastica. non mi frega un cazzo di questi modelli di questo secolo millenio, non mi frega un cazzo della plastica... caspita, dovevo continuare a suonare la chitarra per poterci poggiare sopra il mio seno morbido e grazioso, adesso, lì in piedi con un abito semplice e con il mio sguardo che nulla ha di cool, è csì antico e animale che penso pagherebbero petrolio per averlo, ste sceme femmine isnciure sorattutto dei loro cervelli... e gli uomini cosa michia dovrebbero fare se non prendersi quello che c'è? be' qualcuno cominci a scegliere prodotti di nicchia. buongiorno.

Overthewall91 ha detto...

Profonda stima per Pj

Inneres Auge ha detto...

Il bottone che fa scivolare nel cesso anche Lady Gaga

brazzz ha detto...

grande polly jean

HokutoJen ha detto...

http://youtu.be/HP-5IM48-Sk
o questa comell'è? nella colonna sonora del film strange days, un be' cine tra l'attro, l'é la lewis a cantare...
http://youtu.be/qjUJbGc-CS8

sassicaia molotov ha detto...

Non è facile trovare un'artista che sappia suscitare ammirazioni bi-tri o quadripartisan ;-) (brava pure la Lewis, Hokutojen, ma mi pare appena appena più costruita).
Non pretendo di avere il terzo occhio ma vedendomi passare davanti artisti tutto l'anno ho sicuramente un debole per chi ha quel qualcosa in più. E lei ce l'ha.

HokutoJen ha detto...

l'ho messa apposta per far notare quanto si senta la "costruzione", e per confermare nei fatti quello che venivi di dire in fondo