venerdì 5 agosto 2011

BOLOGNESI EVERSORE CONTRO BOLOGNESI EVERSIVI

Il baraccone berlusconiano, ne converrete, ha presentato un numero di casi umani così alto che per un normale studioso di antropologia ce ne sarebbe da riempirsi le giornate da qui alla fine del mondo.
Gente che al solo nominarla tornano a gola le melanzane alla parmigiana di Natale.
Non ho mai visto, e seguo la politica da quando c'era Leone Presidente della Repubblica (coro: cominciamo beneeee), una tale manica di pezzenti privi di qualsiasi dignità messi a guidare un paese.
Va bene che è stata votata da altrettanti pezzenti senza dignità e che stanno gradualmente svaporando incalzati dalla logica e dagli sberleffi provenienti dai 4 angoli del pianeta, ma cosa dire di gente che per un quindicennio e passa ha sostenuto gente come:

Berlusconi
Cicchitto
Capezzone
Letta
Bossi
Calderoli
Borghezio
Gasparri
Carlucci
Santanchè
Brambilla
Biancofiore
La Russa
Brunetta
(continuate a piacere, scusate vado a vomitare)

E si può andare più in basso.
Sì, perchè oltre alla consueta dose di servilismo, ottusità e congenita cretinaggine cioè le doti principali dei nostri senza le quali Berlusconi sarebbe ancora sulle navi da crociera a strimpellare canzonette, ce n'è una che è praticamente quella peggiore: la mancanza di vergogna.

Proprio non ce l'hanno.
Alcuni anzi mettono a dura prova la nostra.
Per il semplice fatto che ognuno di noi dovrebbe vergognarsi di non muovere il culo, andare a prendere questi signori personalmente, faccia a faccia e tirargli una testata fra moccio e bava, come si dice da queste parti.

Poi collettone collettivo, si paga le spese processuali, quant'è per una testata? 10.000 euro? Ok, prendeteveli e strafogateveli di supposte.

Io mi offro, eh.

Precisamente al signor Garagnani, quello che voleva mandare l'esercito alla commemorazione delle vittime della strage di Bologna,
Questo ominide, che spero di incontrare mentre attraversa a 150 metri dalle strisce quando sono in giro col furgone, non contento degli sputazzi (evidentemente non abbastanza) presi per la sua bella pensata, ha deciso di presentare un esposto in Procura contro Paolo Bolognesi, Presidente dell'Associazione delle Vittime della strage.

Il problema è che a questi pezzenti pidiellini miracolati dal Buffo Omino di Arcore non va giù il fatto che la gente sappia benissimo quanto l'emerita Loggia P2 abbia contribuito affinchè la verità su questa strage giacesse per sempre in una fossa con sei metri di terra sopra. E non tollerano che la gente ricordi. E sappia.
Perché sì, Pasolini sapeva, ma anche noi mica c'abbiamo il piercing al naso (nè da nessun'altra parte, almeno io).

Allora il signor Garagnani può anche mettersi a ballare la rumba sulle tombe delle vittime, fare l'offeso se gli si ricorda che fa parte di una banda di assassini delinquenti, ma credo sarebbe il caso che cominciassero i suoi concittadini a fargli presente che non può dire o fare tutte le minchiate che la sua crapa malata partoriscono perchè poi la comunità comincia a scansarti. A isolarti. A farti sentire la merda che sei per 24 ore al giorno.
A toglierti lo status di essere umano. A farti vergognare di uscire per la strada. Ad attacchinare volantini con la tua faccia e nient'altro che le cazzate che dici scritte sotto affinchè si sappia che uomo di merda sei.

Dovrebbe essere un lavoro dei politici locali, dei cittadini bolognesi, della comunità.
Anche solo per rispetto di quelle vittime.

Così come meriterebbe lo stesso trattamento quel subumano di Giovanardi, che con la sua ultima uscita sulla pedofilia credo abbia raggiunto veramente il fondo dell'abiezione umana.
Speravo che l'Emilia Romagna avesse già dato con Bersani e Casini, ma di questo passo che sfornino norcini, calciatori, becchini, astronauti ma per l'amordiddio politici basta.

(che, credevate mettessi una foto di quei due? Ma non ci penso mai, questo è un blog onorato)


Una segnalazione: per chi conoscesse la banda di Pontifex (io li chiamo Pontifess, ma è un problema mio) e non conoscesse il blog di Mazzetta, credo sia giusto segnalare che il direttore di questa accozzaglia di cattolici invasati è stato arrestato per stalking.
Se tante volte qualcuno avesse dubbi su com'è messa di testa certa gente.

7 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Giovanardi ne ha detta un'altra anche sui gay (per l'ennesima volta). A me quello dà l'idea di uno che si fa incaprettare dai dromedari.

Mandiamoli in pellegrinaggio a Las Vegas tutti quanti

sassicaia molotov ha detto...

@Inneres: con Raoul Duke ed il suo avvocato.

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Garagnani & c. Alcuni personaggi dovrebbero davvero dare le dimissioni da esseri umani.

Anonimo ha detto...

Chi l'avrebbe detto che quando il neretto di Chicago prese alloggio alla Casa dei Bianchi, passati un paio d'anni l'America sarebbe finita nel cesso?

Mi vengono in mente i sinistronzi e le sinistronze della blogosfera che estasiati/e urlavano:

"Yes, We Can!" (Che tradotto in Italiano significa: "San Gennaro fa i miracoli")

E invece lo sa anche un cretino che il colore della pelle non rende un uomo migliore o peggiore di un altro.

Ma un conto e' essere cretini e un conto e' essere sinistronzi: i sinistronzi sono sempre la maggioranza nel Resto del Mondo e sparano sempre gigantesche caxxate..

sassicaia molotov ha detto...

Sò fatti così. Nun se possono trattené.

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Per il semplice fatto che ognuno di noi dovrebbe vergognarsi di non muovere il culo, andare a prendere questi signori personalmente, faccia a faccia e tirargli una testata fra moccio e bava, come si dice da queste parti.

Esatto.
Cosi' ci si limita a uno sfogo, ciascuno sul suo rispettivo blog. Valanghe di parole che a certa gente, sicuramente, fannno meno danno delle bastonate.
E in questo modo non succede assolutamente NIENTE.
Poi, ogni tanto, una bella manifestazione di piazza: una milionata di persone tutte quante a dire "Basta! Non ce la facciamo piu'!!! Se non ora quando???"
... Dura un giorno, ne parla la televisione, ne parlano i giornali... e a mezzogiorno tutti a mangiare dalla mamma o dalla suocera. Ben attenti a non impolverarsi i pantaloni.
Non serve a nulla, pero' e' una gran cura per i nervi. :-)
Internet, per la sua capacita' di poter fare le rivoluzioni "a tavolino" e' stata davvero un'idea geniale. Un toccasana per la casta: nessuno si fa male e tutti sono convinti di aver dato il loro estremo "contributo alla causa", mentre lorsignori continuano a sempre di piu'.
Forse, scrivere un po' meno e rischiare di prendersi qualche manganellata, alla causa rivoluzionaria gioverebbe un po' di piu'...

sassicaia molotov ha detto...

@Kiara: per esperienza personale posso dirti che l'ultima volta che sono andato dove si rischiavano le botte mi sono ritrovato a soccorrere un poliziotto che aveva preso una mattonata su una gamba.
Perché quella volta le hanno prese, e di brutto.
Trattavasi del comizio di Borghezio a Livorno, cerca su youtube c'è un bel report.
Ma posso assicurarti che è una eccezione.
Siamo molto meno idioti di quanto sembra, comunque.
Non è il momento di prendere le manganellate. Non più. Non vogliamo altri martiri ed i manganellatori di Stato saranno sempre meglio armati, meglio disposti strategicamente, meglio coperti, meglio protetti.
O iniziamo a pianificare qualcosa di serio strategicamente parlando o andiamo al massacro, il resto sono palle.
Quindi: o azione individuale e pianificata o si comincia a lavorare duro sulle persone e convincerle che prima di tutto la "rivoluzione" ma sarebbe meglio dire "l'insurrezione", deve nascere dentro di loro, altrimenti puoi andare in dieci milioni in piazza e risaremo da capo a 12.

E' ora che, nel caso, comincino a farsi la bua LORO.
Forte forte.