domenica 3 ottobre 2010

LO ZOO

Spiace dover ricordare al signor Marchionne, dall'alto della mia terza media, un assunto facile e comprensibile anche da un bambino di prima elementare; una persona, quando si alza la mattina e va a lavorare, lo fa per un motivo preciso ed è quello e nessun altro: costruirsi una vita. Mangiare, avere un tetto, possibilmente con una compagna e dei figli. A cui dare da mangiare.

Non mi sembra difficile da capire.

E' probabile che dall'alto dei loro master in macroeconomia quelli come Marchionne ed Ichino (un'altra creatura della meravigliosa dirigenza piddina, come Calearo: Veltroni non riceverà mai abbastanza schiaffi per le sua infamità) abbiano perso di vista questo semplicissimo punto fondamentale.

Chi lavora non lo fa per garantire sempre maggiori profitti a beneficio di una ristretta cerchia di intrallazzatori impegnata a calcolare come ottenere maggiori profitti senza tenere in considerazione l'impatto sociale delle loro scelte.
Se il sistema che i signori Marchionne ed Ichino amano tanto non garantisce questa minima e semplice condizione significa che il loro sistema è un sistema di merda, fatto da uomini di merda e che l'unica cosa che può garantire è un paese di merda.
E che, di conseguenza, quelli che la mattina si alzano e vanno a lavorare potrebbero, con tutta probabilità, incazzarsi e cominciare a prendere in considerazione l'ipotesi di farvi saltare il culo per aria.

Se poi il signor Marchionne pretende pure di prendere per il culo garantendo LUI (ohi, il mal di pancia, che ridere) sulla costituzionalità delle sue genialate allora scatta automaticamente il reato di istigazione a delinquere.

Nondimeno mi chiedo: ma il baraccone dell'Euro non era stato messo su per controllare meglio i mercati dall'assalto della Cina e dei paesi meno sviluppati con costi di manodopera più bassi?
Non era lo strumento che avrebbe permesso di abbassare il costo del lavoro?
No?
Non sarà mica l'ennesima truffa ai danni di quelli che finora vi hanno garantito lauti compensi e lauti aiuti statali per portare avanti i vostri intrallazzi?

Datosi che l'inganno delle delocalizzazioni è talmente acclarato che anche un popolo in sonno come quello italiano se n'è accorto, visto che anche fabbriche con profitti più che soddisfacenti vengono smantellate e trasferite, sarà bene che i suddetti signori ed i loro maggiordomi travestiti da sindacati comincino a prendere in considerazione l'ipotesi che quelli usciti dallo zoo non hanno intenzioni amichevoli perché prima o poi ci si stanca di morire (prendere in mano le statistiche dei morti sul lavoro compreso l'indotto dato dalle condizioni disumane che provocano malattie come tumori, leucemia & amenità simili) e tra noi e voi si sceglie di mandare al creatore voi.
Altro che due uova e qualche fumogeno.

Così, un pò per uno in collo a mamma, si dice da 'ste parti.
 (nela foto: il mio delegato sindacale preferito)

12 commenti:

patèd'animo ha detto...

Il punto di vista fondamentale. Quello dal quale si prende meglio la mira..
Sassicaia, ma quelli hanno mai lavorato alle condizioni che loro pongono (impongono, per la verità)? Cioè, la domanda giusta è: hanno mai lavorato, punto interrogativo.
Ti approvo e ti apprezzo.

Bertoldo ha detto...

Non c'entra un cazzo pero' un'altra pakistana che voleva scegliersi il marito e' stata presa a pietrate dal padre e dal fratello e alla fine ci ha rimesso le penne la madre, presa a macigni sulla testa che le hanno fracassato il cranio.

In Inghilterra, 410 anni dopo la fondazione della Compagnia delle Indie, quando l'Islam del Sub-Continente asiatico comincio' ad avere i primi contatti con la "civilta'" occidentale, questi episodi sono sempre ricorrenti, ma i sinistronzi dimmmerda continuano a parlare di "multiculturalismo" che arricchisce e rende molto piu' bello e colorato il mondo in cui viviamo.

Con l'Islam, fra 400 anni, in Italia, saremo nella stessa identica situazione britannica. Cioe' sara' toppo tardi e bisognera' accettare questi episodi come fatti normali del vivere quotidiano.

Dal momento che nel mondo c'e' anche un sacco di sottosviluppo cristiano (Sud-America, Africa), la Comunita' Europea non potrebbe legiferare in modo che da noi si entra solo se sei cristiano, e se sei mussulmano, ma non hai petrolio per mantenerti gli studi nelle nostre universita', puoi anche andare a cagare.

E' un ragionamento che fila?

Io preferirei che l'Italia si riempisse di Boliviani, Colombiani e afro-asiatici cristiani piuttosto che di questi pakistani del cazzo che massacrano le loro donne e le schiavizzano con il burka.
E voi?
Pensate che io sia razzista?

SCIUSCIA ha detto...

Mi ripeto: se uno dei loro operai li incontra per strada, e li piglia a cazzotti, è un comportamento antidemocratico?

Furio Detti ha detto...

Znort!

cosa rispondere di più a Marchionne&C?

Bertoldo ha detto...

Riguardo l'"anti-democraticita'" di pigliare a cazzotti la gente non mi pronuncio;
pero' penso che sia illegale e che sia punito dal Codice Penale.
Ma posso sbagliarmi.

SCIUSCIA ha detto...

Certo, Bertoldo. Ma vuoi mettere la soddisfazione?

sassicaia molotov ha detto...

@Bertoldo: non, non sei razzista, sei solo impaurito. Ma non temere. Offriremo il virile petto sul lagrimato suolo al fin di conservare l'invitta Patria culla nei secoli di civiltà ed arti.
Ove io sarò potrai sempre udire alto il grido:
"Madonna 'ane dov'ho messo l'avvitatore!!!"
Almeno, di solito.

Bertoldo ha detto...

Scusa, ma che fine ha fatto il mio post precedente? l'hai censurato?
Guarda che se censuri non vengo piu' ad arricchire il dibattito.

sassicaia molotov ha detto...

Non ho censurato nulla. Secondo me l'hai postato da qualcun altro. Tipo da Mastroviti. Figurati se ti censuro, non hai idea di quanto sei utile.

Bertoldo ha detto...

No: l'ho postato da te e da te e' apparso, chiaro e leggibile, tra il sesto e il settimo commmento di questo post.

Se appare e poi scompare vuol dire che tu, solo tu e nient'altri che tu, lo hai cancellato.

Addio.

jesup ha detto...

AAAhhh censuri anche?Tra un po' scopriremo che hai una casa a Montecarlo intestata ad una offshore.Io avverto Feltri.


La bufala delle delocalizzazioni a causa del costo del lavoro è tema ricorrente dell'inganno e del ricatto a cui lorsignori ci sottopongono.Essi semplicemente vanno ad investire nei paesi dove fmi e ue incentivano e finanziano le nuove imprese delocalizzate;per cui si produce il paradosso che i lavoratori italiani,con le proprie tasse,hanno dato i soldi a anche a chi poi gli toglierà il lavoro. Questo sì che è progressismo.

sassicaia molotov ha detto...

@Bertoldo: Bah, come se avessi pure la voglia di mettermi a cancellare, anyway come dirò il giorno della morte di Berlusconi - meno uno.