domenica 11 ottobre 2009

CHI E' STUFO DI COSA


Uolter era da Fazio. Ultimamente scorazza a presentare il suo libro intitolato "Noi" (verrebbe da dire "voi chi?") e tralasciando le altre amenità ha dichiarato quanto segue:

"In Italia c'è una maggioranza civile che si è stufata di Berlusconi e delle sue urla, di un certo grillismo e dipietrismo, una maggioranza che vorrebbe una normale dialettica democratica". Lo ha detto Walter Veltroni, ospite di Che tempo che fa. Berlusconi dice "'io sono quello che ha governato più di tutti'. Bene e allora risponda di come sta il paese", ha incalzato Veltroni aggiungendo che "a destra c'è una babele di linguaggi che però stanno insieme perché c'è un dominus che è Berlusconi, ma non fanno nulla che cambia il paese. Quindi dico basta insulti, il premier si occupi dei problemi reali del paese, e questo dovrebbe fare anche il centrosinistra".

La summa di quanto e come e perchè VELTRONI NON HA CAPITO UNA SEGA DELL'ITALIA, direi.

E' vero, siamo stufi.
Purtroppo, Uolter, nessuna delle ragioni che elenchi rientra tra quelle per cui siamo stufi.
L'Italia deve diventare un paese civile perchè attualmente non lo è e non di certo per colpa dei grillismi e dei dipietrismi.
Non è un paese civile perchè è un paese corrotto.

Guarda , Uolter, te lo riscrivo in grassetto così comprendi meglio: CORROTTO.

E' un paese in cui se si fa parte di una delle svariate ed invariabili cosche organizzate si vive nell'affanno di procurarsi ancor più potere di quello che già si ha e direi che in questo Berlusconi ne è un esempio che definirei in inglese: gorgeous.
E' un paese nel quale si rimette in bilico l'equilibrio tra potere politico e potere giudiziario, l'anticamera della dittatura, solo per tutelare gli interessi di un criminale.
E' un paese dove il lavoratore è ridotto a riscuotere stipendi da fame in condizioni che per essere testimoniate bastano le statistiche sui morti sul lavoro.
E' un paese dove le risorse storicamente nobili sono trattate come un disturbo: l'arte, il territorio, il turismo, la ricerca.
Tutte risorse che l'attuale classe politica dominante sta letteralmente distruggendo.

Perchè questo è un paese CORROTTO.

E c'è una parte del paese che lo urla. E lo urlerà finchè qualcuno non si deciderà a fare qualcosa di concreto. Perchè è stufa di gente che tratta i problemi del paese come cosucce secondarie di cui occuparsi mentre si governa o mentre ci si accanna per un posto di segretario di un partito che non riesce a fare un minimo di opposizione credibile.
Non so di quale maggioranza parli Veltroni; forse è quella maggioranza che s'è dipinto nella sua testa quando ha fondato il PD e che s'è rivelato essere inesistente e fanfarona, incapace di comprendere sia la portata eversiva del progetto P2L che la richiesta di giustizia sociale del popolo della sinistra.
Ma si sa Veltroni da che parte sta.

In un mondo fatato dove ci si dice "buongiorno" coi fiori in mano e la scopa in culo.

Siamo stufi, incazzati, incattiviti e pronti alla lotta perchè un delinquente governa l'Italia sostenuto non da elettori ma da complici e/o delinquenti della sua risma; siamo stufi perchè nell'Italia democristiana con un lavoro si campava, mentre nell'Italia berlusconiana non bastano i lavori di marito e moglie; siamo stufi perchè, alla fine, dei coglioni che si autoproclamano "opposizione" evaporano quando sono chiamati a fare il loro dovere; siamo stufi perchè se il diritto al lavoro passa per le lotte sui tetti e sui presidi per strada vuol dire che il diritto al lavoro interessa ormai solo a chi lavora, per gli altri esiste solo il diritto allo sfruttamento in funzione del profitto.

Perchè l'Italia è un paese CORROTTO.

E se per te l'Italia civile è quella che vuole che Berlusconi governi e risolva i problemi del paese, che sia o meno "maggioranza", visto che Berlusconi è proprio grazie ad una di queste "maggioranze" che sta lì dov'è, significa che secondo te il nocciolo della questione è che un criminale padrone dei mezzi di comunicazione ha diritto comunque a governare nonostante dopo quanto emerso le dimissioni sarebbero state come minimo un atto dovuto.

Uolter, continua a scrivere; dell'Italia e della politica non ci hai capito un cazzo.

6 commenti:

Il Pifferaio ha detto...

Ho sentito 5 minuti del suo SFOGO sul come è stato tagliato fuori e mi è sembrato un piagnisteo e una quasi ricandidatura per il futuro a non so bene cosa. Se fossi stato uno della triade dei candidati a segretario, mi sarei pure incazzato con lui per non aver taciuto in un'ottima occasione. Detto questo, Walter è responsabile almeno quanto Berlusconi. Almeno per non aver denunciato tutto ciò di cui è al corrente (colpevole come lo sono tutti quelli in parlamento che SANNO e non dicono).
A presto

Venturik ha detto...

Dé budellaccio varda 'n po' chi si rivede! D'ora in poi àbbitimi come tuo sostenitore!

Matteo ha detto...

colpevole anche di essersi accordato con Berlusconi.

Dovrebbe solo stare zitto dopo la figura che ha fatto, dopo aver fatto tanti favori a Berlusconi e aver cacciato la sinistra dal parlamento. Ha fallito su tutta la linea e adesso pretende pure di dar lezioni.

sassicaia molotov ha detto...

Venturi BENRITROVATO! Ora faccio un'oretta di meditazione zen poi mi tuffo nei tuoi blog, specie quello di ISCF, che quest'anno ve la passate benino in culo alle Cassandre, che se vogliono vedere qualcuno con le vipere in tasca vengano pure a Livorno.

Venturik ha detto...

Il blog di ISCF è inattivo da un po', finita la bagarre anti-Prizio; ma è l'unico dove puoi lasciare commenti, dato che non lo gestisco io. I miei sono rigorosamente "asociali", nessun commento, lettura e basta e se si vuole mi si chiama al numero telefonico indicato sotto il titolo. Fallo, perché mi farebbe piacere risentirti! Oggi comunque ho visto al tiggittrè regionale il servizio sull'interruzione del consiglio comunale di Livorno, ieri, in relazione alla vicenda dei compagni arrestati a Pistoia. Well done. Seguo costantemente la vicenda. Un bacione e um punho fechado!

brazzz ha detto...

ciao,mi chiamo roberto,forlivese,,guardavo nei profili e ho visto varie similitudini nei gusti fra il mio e il tuo..che,per inciso,è brazzz56.blogspot.com..nel mio c'è prevalenza fi video e musica in genere..diciamo che son nato con la wave del 77(universitario a bologna) e da lì ho prseguito..per cui puoi immaginar gusti musiclai,e idee politiche..credo proprio che metterò il tuo blog nei preferiti..ciao