venerdì 2 settembre 2011

SOLUZIONI SEMIFINALI

Se c'è una cosa che è repentinamente sparita dai nostri media è la mania dei sondaggi.

Fateci caso ma l'ultimo sondaggio divulgato è stato raccapricciante, talmente raccapricciante che prima di pubblicarne un altro temo passeranno degli anni.

Questi dava il PD primo partito con un 25% circa.
Cioè, i delinquenti incapaci, mafiosi e corrotti non sono più il primo partito d'Italia, sorpassati dai fratellini scemi.
Cioè, quelli che stanno studiando da Berlusconi ma senza avere televisioni e con il genio comunicativo che ha sfornato perle quali "I am PD".

E così la Repubblica Costituzionale fondata sui sondaggi è evaporata proprio quando con questa manovra il nostro governo è riuscito a raccattare tutte le pernacchie e le pesciate nel collo che ancora incredibilmente qualcuno non aveva ancora provveduto a dargli.
Immagino non sia piacevole per la nostra classe giornalistica, una classe che avrebbe fatto la gioia di qualsiasi dittatore, informare il cittadino che l'Italia di questi buffoni non ne può più e l'unico motivo per cui non va a prenderli e non li smaltisce in qualche discarica è che non ci sono discariche idonee per una simile spazzatura.

Così con qualche conoscente abbiamo cercato di immaginare cosa farà il popolo italiano, notoriamente pieno di fervida immaginazione ed esplosiva creatività, per togliersi dai coglioni un esecutivo che neanche i scarsomuniti di neuroni che l'hanno votato fino a ieri sopportano più (io alzerei il tiro all'intera classe politica, ma di questi tempi pare che ad essere ottimisti si vada direttamente sul penale).
Alcune delle soluzioni proposte sono decisamente bizzarre, ma nulla di minimamente avvicinabile alle ignobili stronzate sentite in questi giorni riguardo i provvedimenti della manovra, cosa che ci porterebbe a concludere che anche un camionista ucraino briao di strizzo di vodka presa al discount governerebbe meglio di questi qua:

- cominciare un presidio permanente nei pressi di Montecitorio. Comunicare che finché il governo non rassegnerà le dimissioni questo resterà attivo. Un presidio senza bandiere nè simboli. Chi si avvicina con la sua bandierina si fa come allo stadio quando si becca un tifoso avversario in zona franca: gli si leva la sciarpa (o la bandiera) e si manda via. Il presidio dovrebbe diventare il punto di riferimento di tutti quelli che semplicemente sono stufi di questo porcile e vogliono elezioni subito e con un nuovo sistema elettorale concordato con il presidio. Sarebbe necessario riuscire a raccogliere almeno un milione di persone, tanto da bloccare tutta la zona. E ovviamente rimontare un servizio d'ordine adeguato per prevenire infiltrati, picchiatelli e fans del Buffo Omino di Arcore addetti alle provocazioni. Tipo i vecchi servizi d'ordine della CGIL dei cortei negli anni '60, un pò più cattivi.
Altra proposta è stata quella di mettere un presidio permanente in ogni piazza del municipio di ogni città. Ma il proponente viaggia spesso su Trenitalia, quindi va compreso. Non deve essere piacevole viaggiare in mezzo alle zecche per andare a stanare altre zecche.

- Sciopero generale ad oltranza fino alle dimissioni del governo. Tanto per dare un segnale ai mercati. E tanto per dimostrare che quando si ha da perdere solo le proprie catene non c'è accordo che tenga.
Alla mia eccezione che per vedere questo sciopero generale c'è voluto che quasi gli iscritti CGIL andassero a menare tutta la dirigenza mi è stato risposto che basta un poco di coraggio e piano piano la massa comincerà a rispondere.

- Mandare una bambina di 10 anni con biglietto all'ingresso di Montecitorio su cui è scritto: "Vengo da parte del Comitato di Liberazione Nazionale, dimettetevi e lasciate il Parlamento entro un'ora o le 142 bombe al plutonio arricchito sistemate alla Camera, al Senato ed al Quirinale esploderanno all'unisono".
(Nota. il proponente in realtà sa una sega cosa sia il plutonio arricchito)

- Far saltare tutti i ripetitori RAI e Mediaset. In capo a una settimana succede un macello.
(in realtà il proponente ha troppa fiducia nell'intelligenza degli italiani, ma gliel'ho passata lo stesso)

- Aspettare un paio di mesi, si stanno scavando la fossa da soli.
(A questa qualcun altro ha eccepito che fra un paio di mesi nella fossa ci finiamo tutti. Opinioni.)

Io non saprei.
So che abbiamo la peggiore classe politica di sempre, questo è sicuro.
Ma è anche vero che abbiamo la peggiore Italia di sempre. Pateticamente abbarbicata ad un sistema ed un modello che continuato ad essere gestito in questo modo porta dritti alla guerra civile. Nessuno che sia disposto a sacrificare un nanogrammo dei privilegi e dei soprusi nei confronti degli altri cittadini fin dai governi democristiani, nessuno che lasci un nanogrammo di quanto estorto grazie alla compiacenza di clientele ed amici degli amici.

Credo che la radice del marcio sia questa. In Italia riuscire ad ottenere qualcosa, qualsiasi cosa, bisogna scegliersi una "famiglia".
Poveri brodi quelli che pensano che i nostri politici, quando parlano di "famiglia" intendano quella "mamma - babbo - figlioli".

Se impariamo che determinate cose (casa, lavoro, potere d'acquisto degli stipendi) sono un DIRITTO e non la concessione di qualche affiliato con altri affiliati, nè una questione di capricci dei mercati, probabilmente ne usciremmo fuori.
Altrimenti hai voglia di fare presidi, scioperi e rivoluzioni.

Oppure qualcuno ha una soluzione migliore.
Fateci sapere perché in caso vedo di allungare le ferie.

P.S. E' bastato un controllo un poco più accurato e nella mia città hanno scoperto 70 permessi falsi per circolazione e parcheggio per disabili. 70 scoperti in una città di 160.000 abitanti. Vorrei sapere cosa cazzo controllano quando li concedono. Comunque d'ora in poi quando devo parcheggiare vado a suonare per condomini ogni volta che vedo un parcheggio riservato perché voglio vedere in ghigna a chi appartiene.

(Nella foto: Berlusconi viene accompagnato fuori da "questo paese di merda" insieme a Bossi.

18 commenti:

brazzz ha detto...

hai ragione..la peggiore italia di sempre..abbarbicata a vecchi e nuovi privilegi,e nessuno pronto amollarne manco un grammo..ma se l'italia è questa..che speranza abbiamo?ah già..il pd..ahahahahah

brazzz ha detto...

ah scusa.nella foto..berlusconi qual'è dei 2?..quello sopra vero?

sassicaia molotov ha detto...

@brazz; sì, è quello sopra. Ovviamente :-)

brazzz ha detto...

mi pareva..mai smentirsi...

cambio argomento..sentito tinariwen nuovo?

sassicaia molotov ha detto...

@Brazz: no, sono rimasto un pò indietro. Domani sono a Bologna per vedere gli arctic monkeys & tutto il carrozzone, tanto per cominciare a rimettermi in pari.

Inneres Auge ha detto...

Io pensavo che lo "sciopero" dei calciatori avrebbe smosso le pseudo-coscenze collettive degli italioti e che ci sarebbe stata una sommossa popolare.

Invece niente, ho avuto troppa fiducia nel nulla

Bertoldo ha detto...

E cosa dovrebbero fare gli Americani che hanno votato per Obama e si ritrovano stasera con 14milioni di disoccupati e in una nuova recessione?

Vuoi dirmi che Obama non c'ha i mezzi e i cervelli per tirare fuori l'America dalla merda?
Certo che ce li ha! Ma e' difficile uscire dalla merda.

Anche il nostro Berlusconi ha difficolta' ad uscire dalla merda e, come Obama, merita comprensione.

Se i progressisti italiani sono indulgenti e comprensivi con Obama, a maggior ragione dovrebbero esserlo con Abberlusconi. Perche' Abberlusconi della crisi internazionale non ha certo colpa alcuna.

Non usiamo due pesi e due misure solo perche' Obama e' bello e nero e Abberlusconi e' piccoletto e gli piace tanto a fica.

Tra parentesi vorrei ricordare a te e a tutti i rivoluzionari come te... indignados como los cinco miliones de Espagnoles disocupados sotto el lider maximo segnor Zapatero (come gli altri 20 milioni di disoccupati europei) che quando si entra nella mierda non e' facile uscirne.

Specialmente quando la mierda l'hanno creata gli altri e il governo Berlusconi non c'entra una minchia.

Concordo invece di bombardare a tappeto l'Opposizione post comunista che da 17 anni sta urlando ai cretini che gli passano davanti:
"Morte Abberlusconi!"

E Abberlusconi invece vive e scalpita come un puledrino nel ventre di mamma.

sassicaia molotov ha detto...

@Bertoldo: allora ti do una dritta su come trollare. Pigliami nel vivo. Inutile che mi continui a nominare i paladini del potere vestiti da amici dei progressisti. Cazzo me ne frega a me di Obama o di Zapatero.
Individuami qualcuno di cui abbia stima sennò che stiamo qui a fare.
E non te li inventare sennò dovrei concludere che non mi leggi e questo mi ferirebbe.

Bertoldo ha detto...

Non hai stima di nessuno, questo lo so, anarcoide masochista, ma sotto sotto, confessalo, faresti volentieri una pompa a Bertinotti.

E tra i giornalisti credo che ti lasceresti sodomizzare gentilmente da quel Padellaro del Fatto Quotidiano.
Uno che come Travaglio andava bene a coordinare la propaganda di Goebbels.

Ma in passato ti piaceva anche lo Scalfarone de mamma sua, la Repubblica, insieme al Direttor Zuccone, quello che oggi ha chiamato il Berluska uno "stronzo": tanto il suo padrone 600 milioni di Euro li ha incassati e puo' permettersi di pagare un risarcimento per diffamazione.
Lo Zuccone, fin dai tempi di Mosca quando leggeva la Pravda e la Izvestia in albergo e poi mandava i suoi "reports" di corrispondente dall'estero (succhiami la minchia), e' sempre stato un antifascista coraggioso e un partigiano della liberta'.

E' per questo che e' scappato in America perche' in un paese di merda non ci voleva vivere e tanto meno far crescere i nipotini: pero' se lo dice il Berluska che l'Italia e' un paese di merda s'incazza nero e gli da' dello stronzo. Abbiamo scoperto uno Zuccone patriottico.

Un po' come quegli Italians of London che sono scappati dal paese di merda, pero' se gli tocchi le orecchiette alla pugliese s'incazzano neri perche' quella pugliese e' la piu' raffinata cucina del pianeta e la Mafia non esiste: la Mafia e' a Milano.

Eh Eh Eh

sassicaia molotov ha detto...

" faresti volentieri una pompa a Bertinotti."

E tù sorella.

No, non leggi proprio.
Hai la stessa patologia dei berluscones, la comunistofobia.
Acceca come le seghe.
Il difetto è nel sistema e nessuno dei signori da te nominati ha intenzione di combattere questo sistema.
Sono riformisti liberali (quindi di destra) o socialisti storici incapaci di vedere oltre il casino in cui siamo o palesi sostenitori di questo sistema col fazzoletto rosso, come Bertinotti.
Non è il mio campo da gioco.
Fai uno sforzo, magari fatti un paio di canne, sia mai sballottando qualcosa va a posto.

Bertoldo ha detto...

I giochi della politica si fanno con le carte che ci sono sul tavolo.

sassicaia molotov ha detto...

Forte. La giro a Berlusconi.

Humani Instrumenta Victus ha detto...

Sì Bertoldo, però prima bisogna studiarsi le regole.

Bertoldo ha detto...

Siete ancora fermi al conflitto d'interessi?

Siete ancora fermi alle leggi "ad personam"?

Siete ancora fermi alla nipote di Mubarak e alle troiette dell'"Orgettina"?

Ma allora siete sintonizzati 24/7 sulla Repubblica dello Zuccone!

Per governare cinque anni di seguito un paese anarco-individualista-campanilista e per meta' mafioso come l'Italia, o gli si fa una trasfusione di sangue svizzero, norvegese, giapponese, tedesco (lascio perdere quello Inglese di oggi perche' con quello diventiamo "arabi" in una generazione e mezza), oppure lo si governa con l'arte del prestidigiatore, qualche coniglio che esce dal cappello, qualche asso nascosto nella manica, qualche colpetto di bacchetta magica.

Voi davvero non conoscete il mostriciattolo del quale parlate a vanvera.

Per governare L'Italietta di sempre ci vogliono il genio propagandistico di Churchill (fascistone vittoriano e imperialista), il carisma hollywoodiano di Ronald Regan, le bastardate di Nixon, il pragmatismo della Merkel, il nazionalismo di De Gaulle, il populismo di Peron e la fermezza liberale della Thatcher. Il tutto mescolato nel frullatore: Berlusconi, appunto.

Senza di lui, la Prima Repubblica (delle banane), quella dei governicchi balneari e del Partito Comunista piu' forte del mondo occidentale, continueranno ad essere la vera barzelletta internazionale: non il bacio pubblico a Gheddafi (per tenersi buono il discoletto capriccioso), mentre l'America e l'Inghilterra, di nascosto, collaboravano con lui violando gli Human Rights. (Notiziella che in Italia non riporta nessuno)


Insomma: avremmo quel "paese di merda" di cui si parla in questi giorni grazie alla Magistratura Rosso-comunista che si fa le regole che piacciono a lei pubblicizzando le conversazioni del Lider Maximo per sputtanare il povero Berluskello !
Eh Eh Eh

Ovvio che ci vuole pazienza: in Italia si tesse la tela di giorno e la si disfa di notte, come faceva la Penelope di Ulisse, ma sappiamo che le Grandi Rivoluzioni (quindi non quella bolscevica che creo' grande miseria e nessuno se la caga piu') richiedono tempo: ancora due anni per definire i dettagli e altri cinque per cementare per sempre il "cambiamento".
Ed avremo assistito al magnifico 25ennio democratico berlusconiano: un'impresa erculea davvero!

Chissa' come si rode-dendro Beppe Severgnini!

Il rododendro dovrebbero piantarselo nel giardino i milioni di Italians of the Opposition che da 17 anni ingoiano tonnellate di bile e si trovano costretti a fare politica usando le puttanelle: come faceva il KGB.

Ah, che ridere!

Poi, a Rivoluzione avvenuta, quelli con le orecchiette a Svendola, quelli con la barca, le Cooperative, la intelligentissima Bindi, il Mortadellone e quelli della "Democrazia e della Giustizia Sociale" potranno entrare nella stanza dei bottoni.

Tanto l'Italia sara' cambiata per sempre e potranno fare poco danno!

Minerva Jones ha detto...

Questa estate passata in Francia m'ha insegnato parecchio sull'argomento proteste della comunità civile, e provocato molta invidia (pur nel riconoscere che anche loro hanno le loro belle magagne, nessuno lo nega). Sostengo le ipotesi 1, 2, 4: per la 3 sono troppo vecchia, e per la 5 mi sono un po' stufata...

Peccato però che nel nostro paese vi sia una sintesi di ignoranza+individualismo che affossa qualsiasi tentativo. Mi chiedo - se si cominciasse - in quanti seguirebbero, e in quanti rimarrebbero sino alla fine, sino a quando non si ottiene veramente TUTTO (un cambiamento dall'A alla Z); ma d'altronde ha un senso volere e sperare di ottenere con queste prassi una cosa del genere o non è mera follia anche questa speranza e per il tramite di tali strategie nel momento in cui il problema non è solo di ordine politico, ma proprio anche culturale (e l'ultimo tuo paragrafo ne è la perfetta esemplificazione)?

Bertoldo ha detto...

A proposito dell'ultimo paragrafo:

Se tu, Tafferuglio Interiore, rimani sconvolto se nella tua citta di 160 mila abitanti scoprono 70 permessi di parcheggio falsi, temo che se vivessi in Inghilterra, a Londra per esempio, alla notizia che ti sto per dare dovresti come minimo tentare il suicidio.

Londra ha 8 milioni di abitanti (e un milione di clandestini, ma questo non c'entra): fatte le proporzioni (8.000.000:160.000 = 50) dovremmo avere 3.500 falsi permessi rilasciati a furbacchioni che invalidi non sono. E tu, giustamente, esclameresti:
"Questa Inghilterra e' un paese di merda!"

Pero' le statistiche dicono che i permessi di parcheggio, l'anno scorso, in una citta' di 8 milioni di abitanti, rilasciati fraudolentemente a individui che non ne avevano diritto sono stati 13.760: quattro volte superiori in percentuale a quelli della tua "corrottissima" citta' di soli 160 mila abitanti.

Quindi: Inghilterra, paese di merda moltiplicato almeno 4 volte e tu dovresti per coerenza tentare il suicidio gettandoti nel Tamigi.



Inutile aggiungere che le frodi al sistema di Sicurezza Sociale ammontano ogni anno a 11 bilioni di sterline (bilioni!) e che un esercito di investigatori perlustra a tappeto l'intero territorio nazionale per scovare e denunciare i disonestissimi cittadini britannici.

Sembra che quelli che non possono lavorare per colpa del mal di schiena (e hanno affitto pagato e circa 700 Euro al mese per le spesucce) siano 2 milioni.
A questi devono essere aggunti i "depressi" che si aggirano intorno al milione e che per tutto il tempo della "depressione" trattata col Prozac vengono assistiti come quelli con il mal di schiena.

Queste notiziole si leggono sui giornali tutti i giorni; intorno a questo problema sociale si discute da decenni senza trovare soluzioni perche' i "socialisti" pensano che siano da preferire 100 mila furbi col mal di schiena che se ne stanno a casa, inculano i soldi dell'assistenza e lavorano in nero piuttosto che costringere al lavoro un solo povero disgraziato che il mal di schiena ce l'ha davvero e non racconta balle al dottore che gli rilascia il certificato d'invalidita': Una variazione interessante del principio per cui e' meglio un delinquente fuori che un innocente in galera.

Si, lo so che NOI abbiamo i forestali calabresi che incendiano i boschi per farsi assumere l'anno dopo per rimboschirli.
Si, lo so che abbiamo in Terronia qualche milione di invalidi civili che prendono la penzione;
Si, lo so che parrucchieri, macellai, fruttivendoli, salumieri, meccanici, carrozzieri, idraulici, albergatori, ristoratori, falegnami, tapezzieri, elettricisti, da noi, hanno la "barca" da 200 mila euro parcheggiata a Portofino, pero'...

...se credete che all'estero siano tutti onesti e paghino l'IVA perche', come vi insegnano i soloni della Repubblica degli Zucconi che vogliono buttare giu' Abberlusconi, sono solo gli Italiani quelli che fanno i furbi, allora fate una ciclopica figura di merda.

A volte l'erba del vicino sembra piu' verde, ma puzza come un letamanio.

Bisognerebbe s-provincializzarsi un pochino, in Italia, e smetterla di considerare la nostra nazione un buco di culo unico al mondo.

Merda ce n'e' tantissima, ma se si pensa che attraversato il confine l'aria profumi di rose rosse, civili e democratiche si e' fuori strada.

Europa di merda, dunque!

VioletPussy ha detto...

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHH

(urlo di disperazione...) Oggi sono in vena di bombe...Ma farò le cose in modo diverso...Stasera vado alla riunione dei Grillini di Udine...Vedem...

Bertoldo ha detto...

I Grillini, nella politica italiana, c'entrano come un paio di pirle a merenda.

Salutami Grillo che permette a qualche migliaio di frustrati dalla societa' di ejaculare rabbia sull'Internet.

Tutto aiuta a scaricare la tensione e lo stress del vivere quotidiano: i piu' fortunati si bevono il Cynar, l'apertivo a base di carciofo, gli altri ascoltano Grillo e fanno gli Indignados.

L'importante e' stare calmi e non saccheggiare i supermercati di elettronica come fanno i giovani della Grandissima Bretagna che non hanno un Grillo cui aggrapparsi.

E poi dicono che l'Italia non produce grandi statisti.