martedì 24 febbraio 2009

POST-SANREMO

E siccome il destino cinico & baro è anche un pò sadico, dopo il sabato sanremese mi piomba sul posto di lavoro il concerto di Fiorella Mannoia. Una che, a mio parere, dovrebbe fare Sanremo tutti gli anni; un pò perchè alzerebbe, si spera, almeno il livello delle composizioni e un pò perchè sa proporre cose apparentemente lontanissime rimanendo riconoscibilissima e rassicurante.
Non sono rimasto di servizio e me ne sono andato senza vedere il concerto, sono tornato a casa e sul lettore cd in macchina avevo una compilation italiana fatta da me medesimo ed ho riascoltato un cantautore ora svanito ed evaporato, gentile e maligno, che aveva partecipato a Sanremo anni ed anni fa ed il cui nome è Enzo Carella.
Il pezzo che usciva dalle casse dello stereo della mia macchina si chiama "Malamore", ed è un pezzo bellissimo, che potrebbe essere sanremese o rivoluzionario ora, a 30 anni dalla sua uscita.

Su Youtube c'è, anche se non è riproducibile, però l'ho recuperato lo stesso.

Mi ha fatto stare decisamente meglio.

video

1 commento:

Bramea ha detto...

Più la sento, più è bella (e in più, Pucca mi fa sorridere): grazie 1000, Tafferuglio.
Ti ho scoperto da poco, e ormai stai nella top ten, in ottima compagnia: Zauker, Anskij, Precariopoli, Lameduck, Galatea, IlRusso, Bastian Ko, ecc.ecc.
Bacio, mantieniti forte
Giovanna